Regione autonoma Friuli Venezia GiuliaRegione autonoma Friuli Venezia Giulia

Analisi Untarget: primi risultati del Laboratorio di Arpa FVG

Il Laboratorio di Arpa FVG ha introdotto l’analisi untarget nel 2020, nell’ambito di una collaborazione con l’Università degli Studi di Udine, finalizzata a migliorare l’efficienza dei depuratori delle acque nell’abbattimento degli inquinanti presenti negli scarichi.

Si tratta di una tecnica innovativa, che permette di effettuare uno screening ad ampio spettro delle sostanze esistenti in un campione, ribaltando il tradizionale approccio analitico, che prevede analisi mirate, finalizzate a determinare la presenza di specifiche molecole, scelte prima di effettuare l’analisi.

I primi risultati ottenuti confermano la presenza nell’uscita dei depuratori di tracce di farmaci e dei loro metaboliti, oltre a fitosanitari e inquinanti emergenti in concentrazioni bassissime, destinate comunque a essere ulteriormente diluite nelle acque superficiali. Gli effetti a lungo termine della presenza di queste sostanze nell’ambiente sono tuttora oggetto di studi scientifici, destinati a impattare sull’evoluzione delle leggi a tutela dell’ambiente.

Viene confermata inoltre la validità dell’impostazione alla base della Watch List, introdotta dalla normativa comunitaria a partire dal 2015, che prevede il continuo aggiornamento degli inquinanti emergenti da monitorare, anche al fine di ancorare l’evoluzione normativa del settore alle evidenze scientifiche sulla loro reale presenza nell’ambiente.

L’analisi untarget, basata sulla spettrometria di massa ad alta risoluzione, permette di identificare le sostanze organiche presenti in un campione, tramite software dedicati che possono anche utilizzare librerie specifiche (come quella fornita da Norman Network, contenente dati su migliaia di inquinanti emergenti), capaci di identificare il profilo di un numero enorme di molecole.

Questo tipo di analisi è quindi estremamente flessibile, anche perché permette di creare banche di bati sempre disponibili per future rielaborazioni, da un lato per seguire l’evoluzione normativa e dall’altro per cogliere le opportunità offerte dalla continua implementazione delle librerie disponibili, capaci di identificare nuove sostanze.

L’analisi untarget è quindi una tecnica ideale nell’attuale contesto storico, nel quale vengono immesse sul mercato sempre nuove molecole, rendendo quindi necessaria una grande flessibilità operativa da parte delle istituzioni preposte al controllo ambientale.

Con l’adozione di questa innovativa tecnica analitica, il Laboratorio di Arpa FVG, anche attraverso l’accreditamento delle prove, dimostra ancora una volta di essere una eccellenza nell’ambito del SNPA, investendo sia nell’adozione di strumentazioni all’avanguardia che nella formazione di personale tecnico altamente specializzato. Una scelta obbligata per rispondere alle sfide del nostro tempo e continuare a fornire servizi di qualità alla comunità.

URL: https://www.arpa.fvg.it/temi/temi/analisi-ambientali-laboratorio/news/analisi-untarget-primi-risultati-del-laboratorio-di-arpa-fvg/