Regione autonoma Friuli Venezia GiuliaRegione autonoma Friuli Venezia Giulia

Interconfronto nazionale sulla qualità dell’aria

Una stazione di qualità dell'aria

Dal 25 gennaio al 7 marzo 2023 a Castel Romano (RM, sede ISPRA) si terrà l’interconfronto nazionale sul monitoraggio della qualità dell’aria.

Durante l’interconfronto tutte le Agenzie regionali e provinciali per la protezione dell’ambiente porteranno in un medesimo sito i loro strumenti di riferimento per il monitoraggio e il campionamento delle polveri sottili. In questo modo tutte le Agenzie avranno la possibilità di verificare ed eventualmente adeguare le loro modalità di quantificazione delle polveri aerodisperse e di determinazione degli idrocarburi policiclici aromatici e metalli in esse contenuti.

Una volta riportati nelle rispettive regioni, questi strumenti di riferimento verificati saranno utilizzati per armonizzare le misurazioni condotte dalle reti di stazioni fisse che quindi saranno totalmente confrontabili tra di loro. Dato che all’interconfronto, oltre alle Agenzie regionali, partecipa anche ISPRA con la strumentazione che prende parte agli interconfronti a livello europeo, il procedimento rende di fatto confrontabili tra di loro le misure di polveri sottili per l’intero continente.

Questa attività, molto impegnativa, è fondamentale per garantire la riferibilità metrologica e la conformità normativa delle misure di polveri sottili, aspetto necessario in quanto la legge affida alle Agenzie per la protezione dell’ambiente l’onore e onere di definire i dati ufficiali sulla qualità dell’aria.

L’importanza degli interconfronti è anche collegata al fatto che per effettuare le misure di qualità dell’aria non basta solamente utilizzare strumentazione conforme alle norme tecniche, ma è necessario che questi strumenti vengano utilizzati da personale specializzato e con le competenze ed esperienze necessarie per gestirli correttamente.

Ultimo aggiornamento 23/1/2023

URL: https://www.arpa.fvg.it/temi/temi/aria/news/interconfronto-nazionale-sulla-qualita-dellaria/