Regione autonoma Friuli Venezia GiuliaRegione autonoma Friuli Venezia Giulia

Classificazione regionale delle acque di balneazione

In tutte le acque adibite alla balneazione, Arpa FVG effettua controlli mensili, secondo la normativa nazionale ed europea, a partire dal mese precedente l'apertura della stagione balneare. I campionamenti e le analisi vengono eseguiti secondo un calendario prestabilito.

Al termine di ciascuna stagione balneare, sulla base delle serie di dati relativi alle ultime quattro stagioni precedenti e dei risultati analitici dei parametri microbiologici (Escherichia coli e Enterococchi intestinali), viene eseguita una valutazione della qualità delle acque.

Successivamente la Regione classifica tali acque come acque di qualità “scarsa”, “sufficiente”, “buona” o “eccellente”.

Di seguito la classificazione attuale delle acque di balneazione:

Per maggiori informazioni sulla qualità delle acque di balneazione del Friuli Venezia Giulia e sulla rete di monitoraggio, vai alla pagina dedicata.

Calendari di monitoraggio e classificazioni

La normativa prevede che i campionamenti siano effettuati secondo un calendario prestabilito istituito prima dell’inizio della stagione balneare e comunicato al Ministero della Salute (Portale Acque) e che i campionamenti siano eseguiti entro e non oltre 4 giorni dalla data fissata.

Durante questo periodo le acque marine, lagunari e le acque dolci interne nelle quali è praticata la balneazione sono sottoposte a controllo ai fini della protezione della salute dei bagnanti e del miglioramento della qualità ambientale.

Durante la stagione balneare Arpa FVG effettua i campionamenti e le analisi con frequenza mensile per verificare l’idoneità alla balneazione in tutte le aree di balneazione presenti sul territorio regionale.

Il periodo di balneazione nell’anno 2024, come definito dalla Delibera regionale è compreso tra il 1 maggio e il 30 settembre ad eccezione delle zone di balneazione del lago di Sauris, ricadenti nel territorio dei comuni di Sauris ed Ampezzo, corrispondenti ai punti di campionamento “Lago di Sauris Località Est Rio Storto” e “Lago di Sauris Località La Maina”, nelle quali, per esigenze locali, la stagione balneare è compresa tra il 27 giugno e il 21 agosto.

La valutazione della qualità delle acque di balneazione viene effettuata sulla base dei risultati analitici dei parametri microbiologici (Escherichia coli e Enterococchi intestinali):

  1. in relazione a ciascuna acqua di balneazione
  2. al termine di ciascuna stagione balneare
  3. sulla base delle serie di dati relativi alla ultime quattro stagioni precedenti secondo la procedura di cui all’Allegato 2 del D.Lgs 116/08.

A seguito di tale valutazione la Regione classifica tali acque come acque di qualità “scarsa”, “sufficiente”, “buona” o “eccellente”.

Il periodo di balneazione nell’anno 2023, come definito dalla Delibera regionale è compreso tra il 1 maggio e il 30 settembre ad eccezione delle zone di balneazione del lago di Sauris, ricadenti nel territorio dei comuni di Sauris ed Ampezzo, corrispondenti ai punti di campionamento “Lago di Sauris Località Est Rio Storto” e “Lago di Sauris Località La Maina”, nelle quali, per esigenze locali, la stagione balneare è compresa tra il 27 giugno e il 21 agosto.

La valutazione della qualità delle acque di balneazione viene effettuata sulla base dei risultati analitici dei parametri microbiologici (Escherichia coli e Enterococchi intestinali):

  1. in relazione a ciascuna acqua di balneazione
  2. al termine di ciascuna stagione balneare
  3. sulla base delle serie di dati relativi alla ultime quattro stagioni precedenti secondo la procedura di cui all’Allegato 2 del D.Lgs 116/08.

A seguito di tale valutazione la Regione classifica tali acque come acque di qualità “scarsa”, “sufficiente”, “buona” o “eccellente”.

La stagione balneare inizia il 1 maggio e termina il 30 settembre ad eccezione delle zone di balneazione del Lago di Sauris ed Ampezzo, corrispondenti ai punti di campionamento “Lago di Sauris Località Est Rio Storto” e “Lago di Sauris Località La Maina”, nelle quali, per esigenze locali, la stagione balneare è compresa tra il 27 giugno e il 21 agosto.

La valutazione della qualità delle acque di balneazione viene effettuata sulla base dei risultati analitici dei parametri microbiologici (Escherichia coli e Enterococchi intestinali):

  1. in relazione a ciascuna acqua di balneazione
  2. al termine di ciascuna stagione balneare
  3. sulla base delle serie di dati relativi alla ultime quattro stagioni precedenti secondo la procedura di cui all’Allegato 2 del D.Lgs 116/08.

A seguito di tale valutazione la Regione classifica tali acque come acque di qualità “scarsa”, “sufficiente”, “buona” o “eccellente”.

La stagione balneare inizia il 1 maggio e termina il 30 settembre ad eccezione del Lago di Sauris in cui, per esigenze locali, la stagione balneare è compresa tra il 29 giugno e il 23 agosto.

La valutazione della qualità delle acque di balneazione viene effettuata sulla base dei risultati analitici dei parametri microbiologici (Escherichia coli e Enterococchi intestinali):

  1. in relazione a ciascuna acqua di balneazione
  2. al termine di ciascuna stagione balneare
  3. sulla base delle serie di dati relativi alla ultime quattro stagioni precedenti secondo la procedura di cui all’Allegato 2 del D.Lgs 116/08.

A seguito di tale valutazione la Regione classifica tali acque come acque di qualità “scarsa”, “sufficiente”, “buona” o “eccellente”.

La giunta regionale con delibera n° 1861 del 11 dicembre 2020 ha provveduto ad individuare e classificare le acque destinate alla balneazione per la stagione balneare 2021, secondo la norma vigente (art. 8 del D.Lgs 116/08 ).

La stagione balneare inizia il 1 maggio e termina il 30 settembre ad eccezione del Lago di Sauris in cui, per esigenze locali, la stagione balneare è compresa tra il 29 giugno e il 23 agosto.

In seguito all'emergenza Covid-19 il Ministero della Salute ha disposto un rinvio dei campionamenti previsti per la stagione 2020, pertanto le attività di controllo verranno espletate secondo il

La valutazione della qualità delle acque di balneazione viene effettuata sulla base dei risultati analitici dei parametri microbiologici (Escherichia coli e Enterococchi intestinali):

  1. in relazione a ciascuna acqua di balneazione
  2. al termine di ciascuna stagione balneare
  3. sulla base delle serie di dati relativi alla ultime quattro stagioni precedenti secondo la procedura di cui all’Allegato 2 del D.Lgs 116/08.

A seguito di tale valutazione la Regione classifica tali acque come acque di qualità “scarsa”, “sufficiente”, “buona” o “eccellente”.

La giunta regionale con delibera n° 2134 del 12 dicembre 2019 ha provveduto ad individuare e classificare le acque destinate alla balneazione per la stagione balneare 2020, secondo la norma vigente (art. 8 del D.Lgs 116/08 ).

La stagione balneare inizia il 1 maggio e termina il 30 settembre ad eccezione del Lago di Sauris in cui, per esigenze locali, la stagione balneare è compresa tra il 30 giugno e il 24 agosto.

La valutazione della qualità delle acque di balneazione viene effettuata sulla base dei risultati analitici dei parametri microbiologici (Escherichia coli e Enterococchi intestinali):

  1. in relazione a ciascuna acqua di balneazione
  2. al termine di ciascuna stagione balneare
  3. sulla base delle serie di dati relativi alla ultime quattro stagioni precedenti secondo la procedura di cui all’Allegato 2 del D.Lgs 116/08.

A seguito di tale valutazione la Regione classifica tali acque come acque di qualità “scarsa”, “sufficiente”, “buona” o “eccellente”.

La giunta regionale con delibera n° 2351 del 14 dicembre 2018 ha provveduto ad individuare e classificare le acque destinate alla balneazione per la stagione balneare 2018, secondo la norma vigente (art. 8 del D.Lgs 116/08 ).

La stagione balneare inizia il 1 maggio e termina il 30 settembre ad eccezione del Lago di Sauris in cui, per esigenze locali, la stagione balneare è compresa tra il 30 giugno e il 24 agosto.

La valutazione della qualità delle acque di balneazione viene effettuata sulla base dei risultati analitici dei parametri microbiologici (Escherichia coli e Enterococchi intestinali):

  1. in relazione a ciascuna acqua di balneazione
  2. al termine di ciascuna stagione balneare
  3. sulla base delle serie di dati relativi alla ultime quattro stagioni precedenti secondo la procedura di cui all’Allegato 2 del D.Lgs 116/08.

A seguito di tale valutazione la Regione classifica tali acque come acque di qualità “scarsa”, “sufficiente”, “buona” o “eccellente”.

La giunta regionale con delibera n° 2441 del 7 dicembre 2017 ha provveduto ad individuare e classificare le acque destinate alla balneazione per la stagione balneare 2018, secondo la norma vigente (art. 8 del D.Lgs 116/08 ).

La stagione balneare inizia il 1 maggio e termina il 30 settembre ad eccezione del Lago di Sauris in cui, per esigenze locali, la stagione balneare è compresa tra il 30 giugno e il 24 agosto.

La valutazione della qualità delle acque di balneazione viene effettuata sulla base dei risultati analitici dei parametri microbiologici (Escherichia coli e Enterococchi intestinali):

  1. in relazione a ciascuna acqua di balneazione
  2. al termine di ciascuna stagione balneare
  3. sulla base delle serie di dati relativi alla ultime quattro stagioni precedenti secondo la procedura di cui all’Allegato 2 del D.Lgs 116/08.
  4. A seguito di tale valutazione la Regione classifica tali acque come acque di qualità “scarsa”, “sufficiente”, “buona” o “eccellente”.

La giunta regionale con delibera n° 2386 del 9 dicembre 2016 ha provveduto ad individuare e classificare le acque destinate alla balneazione per la stagione balneare 2017, secondo la norma vigente (art. 8 del D.Lgs 116/08 ).

La stagione balneare inizia il 1 maggio e termina il 30 settembre ad eccezione del Lago di Sauris in cui, per esigenze locali, la stagione balneare è compresa tra il 30 giugno e il 24 agosto.

La valutazione della qualità delle acque di balneazione viene effettuata sulla base dei risultati analitici dei parametri microbiologici (Escherichia coli e Enterococchi intestinali):

  1. in relazione a ciascuna acqua di balneazione
  2. al termine di ciascuna stagione balneare
  3. sulla base delle serie di dati relativi alla ultime quattro stagioni precedenti secondo la procedura di cui all’Allegato 2 del D.Lgs 116/08.

A seguito di tale valutazione la Regione classifica tali acque come acque di qualità “scarsa”, “sufficiente”, “buona” o “eccellente”.

La giunta regionale con delibera n° 2432 dd. 04 dicembre 2015 ha provveduto ad individuare e classificare le acque destinate alla balneazione per la stagione balneare 2016, secondo la norma vigente (art. 8 del D.Lgs 116/08 ).

La stagione balneare inizia il 1 maggio e termina il 30 settembre ad eccezione del Lago di Sauris in cui il periodo è più breve e va dal 30 giugno al 24 agosto.

La valutazione della qualità delle acque di balneazione viene effettuata sulla base dei risultati analitici dei parametri microbiologici (Escherichia coli e Enterococchi intestinali):

  1. in relazione a ciascuna acqua di balneazione
  2. al termine di ciascuna stagione balneare
  3. sulla base delle serie di dati relativi alla ultime quattro stagioni precedenti secondo la procedura di cui all’Allegato 2 del D.Lgs 116/08.

A seguito di tale valutazione la Regione classifica tali acque come acque di qualità “scarsa”, “sufficiente”, “buona” o “eccellente”.

La prima classificazione conforme alla Direttiva 2006/7/CE deve essere completata entro il 2015.

Le classificazioni antecedenti a tale data, effettuate ai sensi dell’art. 7 c.5 lett. c del D.Lgs 116/08, sono da considerarsi “preliminari”.

La giunta regionale con delibera n° 2331 dd. 05 dicembre 2014 ha provveduto ad individuare e classificare le acque destinate alla balneazione per la stagione balneare 2015, secondo la norma vigente (art. 8 del D.Lgs 116/08 ).

La stagione balneare inizia il 1 maggio e termina il 30 settembre ad eccezione del Lago di Sauris in cui il periodo è più breve e va dal 30 giugno al 24 agosto.

La valutazione della qualità delle acque di balneazione viene effettuata sulla base dei risultati analitici dei parametri microbiologici (Escherichia coli e Enterococchi intestinali):

  1. in relazione a ciascuna acqua di balneazione
  2. al termine di ciascuna stagione balneare
  3. sulla base delle serie di dati relativi alla ultime quattro stagioni precedenti secondo la procedura di cui all’Allegato 2 del D.Lgs 116/08.

A seguito di tale valutazione la Regione classifica tali acque come acque di qualità “scarsa”, “sufficiente”, “buona” o “eccellente”.

La prima classificazione conforme alla Direttiva 2006/7/CE deve essere completata entro il 2015.

Le classificazioni antecedenti a tale data, effettuate ai sensi dell’art. 7 c.5 lett. c del D.Lgs 116/08, sono da considerarsi “preliminari”.

La giunta regionale con delibera n° 2430 dd. 20 dicembre 2013 ha provveduto ad individuare e classificare le acque destinate alla balneazione per la stagione balneare 2014, comprendendo gli anni dal 2010 al 2013 secondo la norma vigente (art. 8 del D.Lgs 116/08 ).

Ultimo aggiornamento 3/4/2024

URL: https://www.arpa.fvg.it/temi/temi/acqua/sezioni-principali/balneazione/monitoraggio-acque-di-balneazione/