Regione autonoma Friuli Venezia GiuliaRegione autonoma Friuli Venezia Giulia

La radioattività nelle acque destinate al consumo umano

Misure di Arpa FVG: risultati del 2021

I grafici riportano la concentrazione di attività alfa e beta, espressa in Becquerel (Bq) per litro nei campioni di acqua prelevati nel corso del secondo e quarto trimestre del 2021 in 38 Zone di Fornitura.

Le misure sono state condotte presso il laboratorio del CRR di Arpa FVG utilizzando la tecnica della Scintillazione Liquida sui campioni prelevati dalle Aziende Sanitarie.

Concentrazione di alfa totale - terzo e quarto trimestre del 2021
Concentrazione di beta totale - terzo e quarto trimestre del 2021

Tutti i valori sono inferiori ai livelli di screening rappresentati dalle linee continue.

Il grafico seguente riporta il contenuto di Radon (Becquerel per litro) misurato nei campioni di acqua prelevati nel secondo e quarto trimestre del 2021 nelle 10 Zone di Fornitura selezionate.

Contenuto di Radon - terzo e quarto trimestre del 2021

Tutti i valori sono inferiori al valore di parametro di 100 Bq/l.

I dati del 2019 e 2020, anch’essi tutti inferiori ai livelli di screening o di parametro, sono riassunti nella relazione qui scaricabile:

La radioattività nelle acque destinate al consumo umano: conclusione del primo programma di controllo 2019-2021

Si sono da poco concluse, in 38 Zone di Fornitura del Friuli Venezia Giulia che servono l'83% della popolazione regionale, le misure di radioattività nelle acque destinate al consumo umano relative al primo programma di controllo (PdC1).

I controlli sono stati suddivisi tra i gestori delle reti idriche (controlli interni) e gli enti incaricati della sorveglianza ovvero Aziende Sanitarie e Arpa FVG (controlli esterni) e sono stati effettuati a trimestri alterni a partire dal 2019.

Nel 2021, per il terzo anno consecutivo, è stata misurata la concentrazione di attività alfa totale e beta totale in campioni prelevati da 38 punti rappresentativi, mentre si è concluso il secondo e ultimo anno di controllo sul contenuto di Radon in acqua in 10 delle 38 Zone di Fornitura.

Le 38 Zone di Fornitura per controlli alfa-beta totale

I valori misurati non hanno messo in rilievo criticità legate alla presenza nell’acqua di sostanze radioattive (radionuclidi) che decadono emettendo radiazione alfa e/o beta.

Tutti i valori sono risultati inferiori ai livelli di screening pari a 0.1 Bq/l per alfa e 0.5 Bq/l per beta.

Analogamente le misure di Radon in acqua hanno evidenziato livelli molto inferiori al valore di parametro di 100 Bq/l.

Questi dati permettono di escludere situazioni di rischio per la salute della popolazione interessata

Alla luce di questi risultati le 38 zone di fornitura potranno non essere controllate nei prossimi 5 anni a meno che non vi siano indicazioni che la situazione è mutata rispetto a quella attuale.

Nel biennio 2022-2023 le indagini verranno estese ad altre zone di fornitura definite nel secondo programma di controllo (PdC2) destinato alle analisi delle acque rimaste escluse nella prima fase, principalmente nella zona montana o nelle aree della pianura non servite da rete acquedottistica.

Ultimo aggiornamento 28/3/2022

URL: https://www.arpa.fvg.it/temi/temi/radiazioni/sezioni-principali/radioattivita-acque/