Regione autonoma Friuli Venezia GiuliaRegione autonoma Friuli Venezia Giulia

Pubblicato il report mensile meteo.fvg di dicembre 2023: un mese mite e con precipitazioni nella norma solo su Alpi e Prealpi Giulie

Dicembre 2023 in Friuli Venezia Giulia è stato un mese caratterizzato da precipitazioni nella norma solo su Alpi e Prealpi Giulie e temperature miti. È quanto emerge dal report mensile meteo.fvg, pubblicazione periodica di ARPA FVG – OSMER che descrive in maniera dettagliata l’andamento meteoclimatico di ciascun mese nella nostra regione.

Piogge

Per quanto riguarda le piogge, il report evidenzia che a dicembre 2023:

  • su quasi tutta la regione si sono registrate precipitazioni dal 40 all’80% al di sotto della media dell’ultimo trentennio;
  • Alpi e Prealpi Giulie sono le uniche zone dove le precipitazioni sono state in media;
  • i giorni di pioggia su tutta la regione sono variati da 4 a 8 rispetto alla media di 6 giorni (riferita al trentennio precedente e omogenea per tutta la regione).

Temperature

Interessante l’analisi delle temperature:

  • in pianura la temperatura media mensile si è attestata intorno a 6/7 °C, circa 1 °C in più rispetto alla media dell’ultimo decennio; se si considera l’ultimo trentennio questo mese risulta più caldo di circa 1.5 °C;
  • l’analisi più precisa dell’andamento termico, rispetto all’ultimo decennio, indica come in pianura e lungo la costa la terza decade sia quella risultata più calda, con un’anomalia positiva di circa 2 °C, la seconda decade è stata più calda di circa 1 °C, nella prima il valore termico medio è stato di poco inferiore alla norma;
  • per la montagna, invece, la seconda decade è stata quella più calda (+2/3 °C), la terza decade è stata di circa 1 °C più calda, la prima decade è stata più fredda di circa 2/2.5 °C;
  • le giornate più calde si sono registrate nei primi due giorni del mese o tra il 18 e il 24, quando in molte località della montagna e del Carso ha fatto segnare dei record;
  • la temperatura del mare a Trieste è risultata per gran parte del periodo più calda rispetto al 90° percentile calcolato sull’ultimo decennio.
meteogramma di novembre 2023 per la stazione di gr...

Meteogramma di novembre 2023 per la stazione di Gradisca d'Isonzo.

Pannello 1 (superiore): è indicata la temperatura (°C) massima, media e minima a 1,8 m; la fascia arancione e blu indicano, rispettiva-mente, il 90° percentile della temperatura massima degli ultimi 10 anni e il 10° percentile della temperatura minima degli ultimi 10 anni.

Pannello 2: pittogrammi con le condizioni prevalenti del cielo e i fenomeni; le barbe indicano la direzione di provenienza del vento a 10 m e la relativa velocità massima giornaliera (5 m/s trattino corto; 10 m/s trattino lungo; 50 m/s triangolino).

Pannello 3: è indicata la pioggia (istogramma) in mm e la radiazione globale in MJ/m2.

Pannello 4 (inferiore): tabella con i dati giornalieri.

Eventi rilevanti

Nel corso del mese si sono verificati alcuni eventi rilevanti, che sono descritti nella dettagliata cronaca meteo del mese, a cui è dedicata la parte iniziale del report. Ad esempio:

  • il giorno 8 finalmente scende la neve in montagna;
  • dal 16 al 20 è più caldo del normale in quota e sul Carso;
  • il 22 nevicate estese sui monti;
  • il 31 piogge da moderate ad abbondanti.
rifugio c. gilberti (chiusaforte), 23 dicembre 202...

Rifugio C. Gilberti (Chiusaforte), 23 dicembre 2023 (Panomax Sella Nevea – Promoturismo FVG).

In regione la prima nevicata della stagione è stata registrata l’8 dicembre quando la neve è caduta su Alpi e Prealpi Giulie. Una seconda nevicata è stata osservata il 13 dicembre, con accumuli di circa 10-15 cm misurati a Tarvisio e in generale sulle Alpi Giulie, mentre nelle altre zone montane gli accumuli sono stati più bassi. La terza giornata con neve si è verificata il 22 dicembre. Nonostante gli accumuli poco rilevanti questa nevicata è degna di nota per aver imbiancato finalmente tutto l’arco alpino. L’inizio della stagione nevosa in regione ha presentato degli accumuli degni di nota esclusivamente alle alte quote e comunque sotto la norma rispetto agli anni precedenti: presso il Rifugio C. Gilberti (Chiusaforte) a 1850 m s.l.m. a fine dicembre l’altezza del manto nevoso al suolo era soltanto di 93 cm (120-130 cm la media nei 50 anni precedenti).

Questi sono alcuni dei dati e delle informazioni tecnico-scientifiche che il report meteo.fvg fornisce mensilmente, insieme a un testo accessibile anche ai non addetti ai lavori: al resoconto delle situazioni e degli eventi meteorologici verificatisi nell’arco del mese, arricchiti dall’approfondimento di casi particolari, seguono mappe, grafici, tabelle e meteogrammi che descrivono gli andamenti delle principali grandezze meteorologiche: temperature, precipitazioni, vento, radiazione solare.

La descrizione completa dell’andamento meteoclimatico del mese scorso si trova su:

meteo.fvg report – dicembre 2023

Ultimo aggiornamento 15/1/2024

URL: https://www.arpa.fvg.it/temi/temi/meteo-e-clima/news/pubblicato-il-report-mensile-meteofvg-di-dicembre-2023-un-mese-mite-e-con-precipitazioni-nella-norma-solo-su-alpi-e-prealpi-giulie/