sei in: home page » archivio news » Azioni di mitigazione sui cambiamenti insufficiente secondo l’UE che conferma maggior impegno Stampa

Azioni di mitigazione sui cambiamenti insufficiente secondo l’UE che conferma maggior impegno

09/03/2019
Azioni di mitigazione sui cambiamenti insufficiente secondo l’UE che conferma maggior impegno

La constatazione dell’insufficienza delle azioni per la mitigazione dei cambiamenti climatici viene formalizzata dal Consiglio dell’Unione Europea [1] e questo atto formale testimonia anche la volontà di non abbandonare la missione verso l’inversione dell’attuale tendenza.

L’Unione ribadisce l’adesione all’Accordo di Parigi [2] per il contenimento dell’aumento della temperatura globale del pianeta entro i due gradi centigradi, rispetto ai valori prerivoluzione industriale, ed auspicabilmente anche al di sotto di 1.5°C.

Viene confermata l’intenzione di raggiungere l’obiettivo europeo di annullare l’emissione di gas climalteranti, tramite una transizione economico e sociale, equa e sostenibile. A tale scopo vengono esortati tutti gli stati membri a intraprendere il maggior sforzo possibile per conseguire l’obiettivo comune.

Nel documento ci sono espliciti riferimenti al concetto di cambiamenti climatici come un “moltiplicatore di problemi sociali e ambientali”, indicando nella protezione dell’ambiente, della biodiversità e degli ecosistemi gli aspetti da considerare e sui quali agire, congiuntamente alla riduzione dei gas effetto serra.

Il Consiglio indica quest’anno, come quello cruciale, per accelerare le azioni da intraprendere per raggiungere gli obiettivi dell’agenda internazionale 2030 [3]. A tale proposito l’UE intende stimolare collaborazioni nell’ambito del G20, ovvero del gruppo dei paesi, che contano per i 2/3 della popolazione e oltre l’80% del PIL mondiale, e responsabili della gran parte delle emissioni di gas serra (80%).

Inoltre si stima che le risorse da mobilitare ogni anno dal 2020 al 2025 dovranno essere dell’ordine di 100 miliardi di euro, se si intende conseguire gli obiettivi prefissati.

 

 

Riferimenti bibliografici e sitografici

[1] Consiglio sulla diplomazia climatica, adottate in occasione della 3673ª sessione del Consiglio, tenutasi il 18 febbraio 2019

[2] Accordo di Parigi

[3] Climate Action EU 2030 climate & energy framework


 



Questa notizia viene pubblicata nell'ambito delle iniziative: "2019 IYPT - The International Year of the Periodic Table"

L'elemento chimico di questo mese: "MARZO 2019 / NITROGEN"

ARCHIVIO NEWS ARIA


 

ARPA FVG
CRMA - Centro Regionale di Modellistica Ambientale

https://twitter.com/arpafvg_aria@arpafvg_aria                         

 

 

inizio pagina