sei in: home page » archivio news » Bollettino sullo "Stato oceanografico ed ecologico del Golfo di Trieste" - Agosto 2020 Stampa

Bollettino sullo "Stato oceanografico ed ecologico del Golfo di Trieste" - Agosto 2020

09/09/2020
Stato oceanografico ed ecologico del Golfo di Trieste - Agosto 2020
Golfo di Trieste
stazioni di campionamento, sezione trasversale e zone di monitoraggio del rumore subacqueo

Arpa FVG monitora costantemente le acque marino costiere della regione. L'ultimo monitoraggio è stato eseguito dal 07, 10, 12 Agosto 2020.

I risultati sono pubblicati nel Bollettino sulle caratteristiche oceanografiche ed ecologiche del Golfo di Trieste. Al suo interno potrete consultare: 

  • le mappe tematiche della distribuzione orizzontale dei parametri oceanografici rilevati nell'ultima campagna di monitoraggio ed il loro confronto con la distribuzione relativa alla serie storica dei valori misurati;
  • le distribuzioni verticali della densità del mare, dell'ossigeno disciolto e della clorofilla a in una sezione trasversale alla geografia del golfo;
  • i grafici d'intensità del rumore subacqueo nelle bande relative a 63 Hz e 125 Hz in due zone ad elevato traffico navale del golfo.

Monitoraggio di Agosto 2020: il monitoraggio ha rilevato temperature superficiali paragonabili a quelle della serie storica, un aumento è osservabile nell'area occidentale del golfo. Anche la stazione di misura di temperatura in continuo di Trieste ha evidenziato valori in linea con quelli degli anni precedenti con due diminuzioni nei periodi 5-8 e 24-25 agosto associate al passaggio, sulla regione, di fronti atlantici. Inoltre, anche i valori degli altri parametri idrologici nello strato superficiale non si discostano molto da quelli evidenziati dalla serie storica. In particolare, i valori medi di salinità e dell'ossigeno disciolto  si presentano leggermente più alti, mentre la clorofilla a presenta una diminuzione. La stratificazione termica della colonna d'acqua è, invece, marcata con valori superficiali di 27°C e di 17.7°C alla profondità di 25m dove la salinità presenta tenori superiori a 38. L'ossigeno disciolto subisce una forte diminuzione dalla profondità di 15m al fondo dove si attesta su concentrazioni pari al 34% di saturazione (1.35 ml/L) indicando una situazione moderatamente ipossiaca dell'ecosistema. La clorofilla a si presenta bassa anche negli strati più profondi raggiungendo massimi di 2.2 µg/L a 20m di profondità.
Nel golfo la presenza degli Ctenofori Mnemiopsis leidyi "noci di mare" è particolarmente marcata, sciami costituiti da centinaia di individui caratterizzano soprattutto le acque superficiali, sono particolarmente numerose anche le poco urticanti meduse Rhizostoma pulmo  e Cotylorhiza tubercolata, mentre dall'area della costiera triestina provengono alcuni avvistamenti della ben più urticante Carybdea marsupialis. Come nel mese di luglio anche in agosto sono stati avvistati alcuni delfini tursiope e delle tartarughe marine.

Elaborazione grafica: Schlitzer, R., Ocean Data View, https://odv.awi.de, 2018