sei in: home page » archivio news » Acque rossastre nel Canale di Ponterosso a Trieste: fioritura di una alga non tossica Stampa

Acque rossastre nel Canale di Ponterosso a Trieste: fioritura di una alga non tossica

08/08/2019
Peridinium quadridentatum
Peridinium quadridentatum

Martedì 6 agosto, a seguito di una segnalazione del Sindaco del Comune di Trieste per la presenza diffusa di materiale di colorazione rosso-marrone nelle acque di un tratto del Canale di Ponterosso a Trieste, i tecnici del Dipartimento di Trieste di Arpa FVG hanno effettuato un sopralluogo e un prelievo di acque superficiali e di macroalghe in sospensione.

Il prelievo è stato eseguito alle ore 16:00 sul tratto del Canale di Ponterosso, interessato dal fenomeno delle acque colorate, ovvero quello più vicino alla Chiesa di Sant’Antonio e più lontano dal mare.

Il campione di acqua è stato analizzato presso il Laboratorio acque marine costiere e qualità dell’aria di Trieste e nel campione è stata rilevata una fioritura in atto della Dinoficea Peridinium quadridentatum, specie algale unicellulare fitoplanctonica marina non tossica. Nell’acqua erano presenti anche alghe rosse pluricellulari verosimilmente del genere Gracilaria.

Peridinium quadridentatum è un alga unicellulare a distribuzione neritica (compresa fra 0 e 200 m di profondità) tropicale-boreale che preferisce colonizzare delle macroalghe e vive bene in acque poco profonde eutrofiche (ricche di nutrienti), anche portuali, nelle quali, può moltiplicarsi fino colorare le acque con tinte dal rosso al bruno.

Nel campione è stata rilevata una concentrazione di quasi 18 milioni di cellule/litro, quindi pienamente compatibile con una situazione di “acqua colorata”. La specie non è tossica ma la fioritura potrebbe provocare ipossia/anossia delle acque e di conseguenza la morte di pesci ed organismi marini bentonici.

Tale episodio, con molta probabilità, è stato favorito dall’elevata temperatura dell’acqua nel canale il quale presenta un modesto ricambio per la posizione retratta rispetto al comprensorio portuale. Inoltre, altri fattori che possono aver innescato la fioritura sono la presenza di nutrienti nell’ambito portuale, probabilmente anche favorita dai temporali dei giorni precedenti, e l’irradiazione solare intensa tipica stagionale.