sei in: home page » OSMER » news » Dal ristagno di nubi basse alle correnti secche orientali: la svolta meteo di questa settimana Stampa

Dal ristagno di nubi basse alle correnti secche orientali: la svolta meteo di questa settimana

06/11/2020
slide 2 - foto panoramica del 3/11/2020: inversione termica dal Monte Zoncolan
3/11/2020: inversione termica dal Monte Zoncolan

In questa prima settimana di novembre in Friuli Venezia Giulia abbiamo assistito a un deciso cambiamento delle condizioni atmosferiche: alla marcata inversione termica di inizio settimana, con aria fresca e umida a bassa quota che ci ha accompagnato fino a ieri, si è sostituito l’affermarsi di un robusto anticiclone che ci sta regalando aria secca e giornate più soleggiate.

 

I primi giorni della settimana sono stati infatti caratterizzati da un’atmosfera umida e stagnante nei bassi strati, con nubi basse e aria più mite in quota. Nelle immagini satellitari (slide 1) e nelle foto più significative di martedì 3 novembre 2020 (slide 2 - grazie a Promoturismo FVG e al sistema Panomax) si osserva che, a causa dell'inversione termica, le nubi basse oltre ad interessare la pianura e la costa erano presenti anche su gran parte dei fondovalle montani, con temperature più basse e alta umidità relativa nei bassi strati fino a 1200 m circa (4-5 °C con umidità relativa al 99%), mentre in quota si registravano invece temperature più alte e umidità relativa più bassa (con 14 °C a 1500-1600 m e umidità relativa del 40%).

 

Da ieri però l'afflusso di correnti nord-orientali decisamente più secche (con Bora a tratti anche forte a Trieste), ha "spinto" le masse d'aria umide verso occidente. L'immagine del satellite di stamattina (venerdì 6 novembre 2020) mostra infatti che le nubi basse si "disegnano" sui confini orografici dell'Italia nord-occidentale, della Carinzia e del Tirolo orientale (oltre che nelle zone interne della Croazia) dove le correnti provenienti da nord-est si sollevano sulle catene montuose in sopravento; ristagna invece la nebbia in Baviera e in Svizzera (slide 3).

 

Nei prossimi 10 giorni, pur con una pausa nelle giornate di domenica e lunedì, è previsto che sulla nostra regione continuino a prevalere correnti secche orientali di origine continentale dovute al robusto anticiclone in consolidamento sull'Europa orientale (slide 4): ci attendono quindi ulteriori giornate prevalentemente soleggiate.