Regione autonoma Friuli Venezia GiuliaRegione autonoma Friuli Venezia Giulia

La storia dell’attestato EMAS del comparto legno e arredo

Il territorio del Friuli Venezia Giulia ha, tra le sue eccellenze, quella del comparto legno e arredo, sviluppatosi dai due distretti originali (quello del mobile e quello della sedia) ora integrati e coadiuvati dal Cluster Legno Arredo Casa . Non stupisce quindi che proprio in tale ambito sia partito e abbia trovato riconoscimento il primo tentativo italiano di applicazione dell'attestazione EMAS di distretto. Tale riconoscimento ha rappresentato l’evoluzione di un lungo processo, che è partito dalla prima attestazione conferita nel 2006 al Distretto del Mobile Livenza, e si è sviluppato negli anni includendo man mano sempre più attori, anche pubblici, ed una estensione territoriale sempre crescente. Queste le tappe salienti:

2006: il Distretto del mobile Livenza

La sperimentazione finalizzata alla registrazione EMAS del “Distretto del mobile Livenza” risale al 2004 ed era la prima volta in Italia che la richiesta di certificazione non proveniva da una singola azienda, ma da un organismo che rappresenta soggetti pubblici e privati.

Il Distretto comprende il territorio di 11 Comuni appartenenti alla Provincia di Pordenone, ovvero: Azzano Decimo, Brugnera, Budoia, Caneva, Chions, Fontanafredda, Pasiano di Pordenone, Polcenigo, Prata di Pordenone, Pravisdomini, Sacile (poi allargato ad altri 8 Comuni, per un totale di 19). A luglio 2006 viene ottenuta l’attestazione EMAS di distretto.

2016: il nuovo Protocollo d’Intesa

Nel 2016, si è ritenuto necessario allargare la platea dei partecipanti al progetto tramite un accordo fra la Regione Friuli Venezia Giulia, la Provincia di Pordenone, la Camera di Commercio, l’Unione Industriali della Provincia di Pordenone e Arpa FVG allo scopo di mantenere l’Attestato EMAS del Distretto del Mobile Livenza ed implementarne gli obiettivi.

In questa fase il ruolo dell’Agenzia è stato importante, sia nel dare gli indirizzi alla nuova analisi ambientale dell’area resasi necessaria, sia nell’individuazione di nuovi target da raggiungere.

Il progetto ha successivamente coinvolto altre organizzazioni tra cui alcuni dei Comuni di pertinenza territoriale, e l’Azienda Sanitaria 5.
Il soggetto attuatore era stato individuato nell’Unione Industriali di Pordenone.

2019: il Cluster Legno, arredo e sistema Casa FVG

Il 18 Giugno 2019 è stato firmato un nuovo Protocollo d’intesa per la definizione di un nuovo Soggetto Gestore costituito da: Cluster legno, arredo casa FVG, Unione Industriali della Provincia di Pordenone (ora Confindustria Alto Adriatico), APE (Agenzia per l’Energia del FVG), Confapi (Associazione piccole e medie industrie del FVG), Confartigianato FVG, il Club Emas Friuli Venezia Giulia, Confindustria Udine, Confindustria FVG, Confindustria Venezia Giulia.

Il Cluster legno arredo casa è stato individuato quale capofila della Piattaforma per lo Sviluppo Sostenibile del Sistema Casa FVG.

Le attività miravano al rafforzamento competitivo e sostenibile del Cluster Sistema Casa FVG, instaurando una collaborazione proattiva e leale con gli Enti preposti alla salvaguardia dell’ambiente.

In seguito all’aggiornamento della nuova analisi ambientale iniziale e alla redazione di un piano programmatico territoriale, il 25/2/2021 è stato rilasciato l'ultimo attestato al soggetto gestore, rappresentato dal Cluster omonimo. Sulla pagina dedicata ad EMAS nel sito del Cluster è possibile visualizzare le informazioni aggiornate, compreso l’ultimo attestato ottenuto.

Da Maggio 2022 l'attestato è stato sospeso, ma speriamo possa riprendere forza e motivazione nei prossimi anni.

Ultimo aggiornamento 19/7/2022

URL: https://www.arpa.fvg.it/temi/temi/sviluppo-sostenibile/sistemi-di-gestione-ambientale-emas/la-storia-dellattestato-emas-distretto-legno-arredo-e-sistema-casa-fvg/