sei in: home page » ufficio stampa » comunicati » Ispezione Aia alla Centrale di Monfalcone Stampa

Ispezione Aia alla Centrale di Monfalcone

20/12/2016

E’ iniziata oggi la visita ispettiva AIA alla centrale termoelettrica A2A-Energiefuture di Monfalcone. L’ispezione è programmata annualmente ed è condotta dall’ISPRA, l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, congiuntamente all’Arpa del Friuli Venezia Giulia. Tra gli aspetti che verranno indagati anche la funzionalità del Sistema di Monitoraggio in continuo delle Emissioni (SME).

L’utilità del sistema SME installato presso la centrale di Monfalcone è stata verificata recentemente in seguito alle fumate anomale avvenute nei giorni 8 e 10 dicembre. Arpa ha infatti effettuato un sopralluogo alla centrale il 12 dicembre ed ha accertato, utilizzando anche i dati del monitoraggio in continuo delle emissioni, che le fumate anomale erano riconducibili alla chiusura e successiva riapertura del gruppo 1 per manutenzione programmata.

In fase di chiusura dell’impianto si verifica infatti un aumento momentaneo di polverosità, dovuto alla disattivazione degli elettrofiltri. Nella giornata dell’8 dicembre il sistema di monitoraggio in continuo (SME) ha rilevato, a partire dal primo pomeriggio fino a sera, un aumento delle polveri totali con valori fino a due-tre volte (25 kg/h) quelli usuali (10 kg/h); nella stessa fascia oraria è stata registrata una diminuzione degli ossidi di azoto e di anidride solforosa rispetto al funzionamento normale. Un’analoga situazione di polverosità più elevata si è ripetuta il giorno 10 dicembre in mattinata, alla riapertura del gruppo 1, con un valore massimo di 26 kg/h.

Dal 10 dicembre, dopo il ripristino della funzionalità di entrambi i gruppi, le emissioni sono rientrate nella norma. Attualmente l’impianto funziona regolarmente. Nel corso delle due fumate anomale i valori limite delle emissioni prescritti nel decreto di autorizzazione AIA sono stati sempre rispettati per ogni singolo gruppo.