sei in: home page » ufficio stampa » comunicati » I controlli ambientali del Dipartimento Arpa di Udine nel 2017 Stampa

I controlli ambientali del Dipartimento Arpa di Udine nel 2017

29/12/2017

L’analisi dei numerosi interventi di monitoraggio e controllo ambientale nel medio e basso Friuli realizzati nel 2017 dai tecnici del Dipartimento Arpa di Udine offre interessanti spunti di riflessione e confermano l’impegno dell’Agenzia regionale per l’ambiente nella tutela del territorio regionale.

Tra le attività realizzate nel 2017 corre l’obbligo ricordare i controlli  presso le 26 aziende industriali ed agricole in possesso di autorizzazione integrata ambientale (Aia), dove sono stati effettuati accertamenti e campionamenti delle diverse matrici ambientali. Parallelamente il personale del Dipartimento Arpa di Udine è stato coinvolto nel controllo ordinario degli impianti di depurazione delle acque reflue urbane ed industriali, prelevando 80 campioni per la verifica della conformità ai limiti previsti.

Per quanto riguarda il monitoraggio delle acque, da segnalare i 208 campioni d’acqua prelevati nei corpi idrici sotterranei del medio e basso Friuli per verificare l’inquinamento da cromo e organoclorurati, mentre nel Tarvisiano sono stati prelevati 24 campioni di acqua di falda per valutare le concentrazioni di metalli pesanti. E’ continuato inoltre il monitoraggio (168 campioni) delle acque superficiali e delle acque sotterranee secondo la programmazione annuale.

I tecnici del Dipartimento Arpa di Udine sono stati impegnati in 20 commissioni tecniche per il collaudo e la verifica dell’idoneità dei distributori di carburanti; in attività di controllo durante la rimozione di serbatoi interrati; in 28 interventi conseguenti a sversamenti accidentali di idrocarburi. Nel 2017 sono state 42 le segnalazioni di inconvenienti igienico-ambientali pervenute da parte di privati cittadini, comitati territoriali, aziende ed enti pubblici, che hanno richiesto un intervento del personale ispettivo Arpa a supporto tecnico della Polizia locale, dei Carabinieri e delle altre Autorità.

Molto impegnativa anche l’attività di studio realizzata nel 2017, in particolare quella condotta presso l’inceneritore di Manzano e l’impianto di cremazione di Cervignano, dove sono state valutate le ricadute al suolo di microinquinanti (diossine e PCB), oltre alla verifica della corretta conduzione degli impianti. Da ricordare, infine, l’impegno dei tecnici Arpa FVG nella valutazione delle problematiche ambientali connesse alla realizzazione della terza corsia dell’autostrada A4.

Per tutto il 2017 le attività del Dipartimento di Udine sono state svolte in forma coordinata con le altre strutture dell’Agenzia per l’ambiente, anche al fine di garantire omogeneità e ottimizzare le risorse a disposizione.