sei in: home page » radiazioni » radioattività » radiazioni artificiali Stampa

Le radiazioni artificiali

Presenza di Rutenio 106 in aria

sonda radiazioni

A completamento di  quanto riportato nella precedente notizia del  4 ottobre 2017 si comunica che dal 6 ottobre il Centro regionale per la radioprotezione non ha più misurato presenza di Rutenio in aria.

L’analisi di tutti i dati raccolti ha permesso di effettuare una stima della eventuale dose assorbita dalla popolazione della nostra regione e si conferma quanto già detto in precedenza e che le quantità rilevate sono sempre state molto modeste e non hanno rappresentato pericolo alcuno per la popolazione e per l’ambiente. 

 

Convegno sull’emergenza radiologica a Trieste

Emergenza radiologicaIl 18 ottobre 2016 Arpa FVG ha organizzato un convegno dal titolo “La gestione dell’emergenza radiologica a Trieste ed in Friuli Venezia Giulia”, che si è tenuto presso la Sala di Rappresentanza della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, in Piazza Unità d’Italia a Trieste. Continua

 

Le radiazioni artificiali

Immagine1Le sorgenti di radiazioni ionizzanti artificiali si sono diffuse in particolare con lo sviluppo delle nuove tecnologie degli ultimi 60-70 anni.

Sin dai primi anni novanta, anche a seguito dell'incidente alla centrale nucleare di Chernobyl (25 aprile 1986), si è avvertita la necessità di realizzare e istituire un sistema di controllo e monitoraggio della radioattività su tutto il territorio nazionale.

 

Caratterizzazione radiologica del poligono Cellina-Meduna

Poligono Cellina-MedunaSono disponibili i risultati della caratterizzazione radiometrica della contaminazione da torio 232 all’interno del poligono militare Cellina-Meduna, ad opera della struttura di Fisica Ambientale di ARPA FVG.