sei in: home page » OSMER » news Stampa

Il bilancio dell’inverno meteorologico 2015-2016

20/03/2016

In coincidenza con la fine dell'inverno astronomico (20 marzo) tracciamo un sintetico bilancio dell'inverno meteorologico (1 dicembre - 29 febbraio).

Per quanto riguarda la temperature, l'inverno 2015-16 è stato più caldo della norma, in particolare sui monti ad alta quota, dove lo scostamento dalla media ha raggiunto i 3 °C a causa di un dicembre eccezionalmente mite (7 °C oltre la norma sul Monte Zoncolan). Su pianura e costa l'anomalia positiva si è "limitata" ad 1 °C con il contributo più mite dovuto a febbraio (circa 2 °C oltre la media). Solo a gennaio e in pianura ha fatto leggermente più freddo del normale per le molte notti serene.

Per la precisione lo scostamento della la media invernale dalla norma climatica è stato di +1,2 °C sulla costa, +0.8 °C in pianura e +2,9°C sul Monte Zoncolan.

Analizzando invece le precipitazioni si constata che durante questo inverno sono state ben più abbondanti della norma, ma con una distribuzione mensile fortemente anomala. Infatti dicembre è stato completamente secco, mentre febbraio, il mese climaticamente meno piovoso, ha visto precipitazioni da 3 a 5 volte superiori alla norma.

Nel dettaglio, queste sono state le precipitazioni dell’inverno 2015-2016 rispetto alle medie climatiche: Trieste 235 mm vs. 190 mm, Udine 406 mm vs. 293 mm, Enemonzo 405 mm vs. 318 mm.

Si archivia così l'ennesimo inverno più caldo del solito, a conferma del trend al riscaldamento in atto. E in particolare febbraio negli ultimi 3 anni è stato per 2 volte eccezionalmente piovoso e mite.

 

Altre informazioni e aggiornamenti meteo-climatici su: