sei in: home page » OSMER » news Stampa

Le slides “extended cut” di ARPA FVG – OSMER sui cambiamenti climatici in Friuli Venezia Giulia

30/03/2017

ARPA FVG – OSMER ha pubblicato sul sito web dell’Agenzia un repertorio di slides realizzate a supporto di conferenze, lezioni ed eventi sui cambiamenti climatici in Friuli Venezia Giulia. Si tratta di una versione estesa della presentazione, da cui vengono di volta in volta selezionate le slides da utilizzare negli incontri con diversi tipi di pubblico: cittadinanza, associazioni, alunni delle scuole e studenti delle università ecc.

Nell’impostare la comunicazione sui cambiamenti climatici ARPA FVG – OSMER privilegia sempre più un’impostazione che, partendo dal vissuto dell’uditorio e dalle evidenze e dagli effetti locali dei cambiamenti climatici, interessi e appassioni il pubblico costruendo narrazioni che coinvolgano le persone a partire dai loro valori e dalle loro esperienze.

Le sequenza delle slides prende quindi avvio da una carellata di immagini che introducono il tema dei cambiamenti climatici riallacciandosi a elementi della nostra quotidianità che ci stanno a cuore e tra i quali ciascuno può trovare situazioni o passioni in cui riconoscersi. Si passa quindi all’illustrazione “scientifica” dei cambiamenti climatici, che viene trattata a partire dalla realtà locale e riportando le evidenze risultanti dai dati regionali elaborati da ARPA FVG - OSMER, per poi ricondurla al climate change globale e ribadirne le cause antropiche, come confermato dalla comunità scientifica internazionale. La prospettiva poi si amplia delineando gli scenari climatici futuri e prendendo in considerazione gli impatti che i cambiamenti del clima hanno e avranno sempre più sulle nostre vite, raccordando anche qui la dimensione globale del fenomeno a quella locale, per risolvere poi la comunicazione in termini propositivi introducendo le possibili azioni che, individualmente e collettivamente, possono essere intraprese per fronteggiare il climate change. Tra le slides, alcune rinviano a fonti e video disponibili sul web, che possono rendere più interattiva e coinvolgente la fruizione delle informazioni.