sei in: home page » OSMER » news Stampa

Comprendere le nuvole: la Giornata mondiale della meteorologia 2017

21/03/2017

Il 23 marzo è un giorno particolare per la Meteorologia, in quanto viene celebrata l’entrata in vigore della convenzione dell’Organizzazione Meteorologica Mondiale (OMM –WMO World Meteorological Organization), che risale al 1950.

L’OMM (WMO) è un’organizzazione intergovernativa che comprende 189 Stati membri e Territori, nata con lo scopo principale di promuovere lo scambio di informazioni in campo meteorologico, la standardizzazione delle rilevazioni e la cooperazione a reti unificate delle varie informazioni meteo climatiche provenienti da ogni parte del globo.

Ogni anno la Giornata mondiale della Meteorologia viene celebrata focalizzando l’attenzione su un tema specifico: quest'anno è stato scelto "Understanding Clouds"  ("Comprendere le nuvole”).

Le nuvole giocano un ruolo fondamentale nelle previsioni del tempo e nelle situazioni di forte evoluzione. Aiutano a completare il ciclo dell’acqua e l’intero sistema del clima del pianeta. Nella storia hanno ispirato artisti, poeti, musicisti e fotografi ed infiniti estimatori.

Il tema di quest’anno vuole mettere in risalto l’enorme importanza delle nuvole nelle condizioni del tempo, nell’evoluzione del clima e della risorsa acqua. Le nuvole sono centrali nell’osservazione meteorologica e nelle previsioni. Le nuvole sono una delle variabili incerte nello studio del cambiamento climatico: dobbiamo ancora migliorare la comprensione di come possano indurre il cambiamento e come il cambiamento possa influenzarle. Le nuvole giocano un ruolo critico nel ciclo dell’acqua essendo determinanti nella distribuzione della risorsa acqua.

Informazioni e materiali sono disponibili su https://public.wmo.int/en/WorldMetDay2017


Le attività con le scuole in Friuli Venezia Giulia

Martedì 21 e mercoledì 22 marzo, in occasione della Giornata mondiale della meteorologia, ARPA FVG - OSMER assieme all’UMFVG predisporrà presso il Liceo Scientifico Galileo Galilei di Trieste una serie di esperienze interattive sulla meteorologia aperte alle scuole medie ed elementari della città (saranno coinvolte diverse classi e più di 300 studenti). A condurre le attività nelle due mattinate saranno gli studenti-tutor del Galilei, volontari di 4a e 5a liceo che hanno seguito un corso specifico extracurricolare di meteorologia, tenuto da ARPA FVG - OSMER. I tutor presenteranno agli studenti più giovani vari exhibit con esperimenti su temi di meteorologia, climatologia, fisica dell'atmosfera, secondo la metodologia della peer-education, azione efficace di coinvolgimento per lo studio e l'approfondimento delle materie scientifiche, nella prospettiva di una efficace diffusione delle conoscenze e delle esperienze su temi di meteorologia, climatologia e cambiamento climatico, in favore delle giovani generazioni.

Questa manifestazione è diventata un appuntamento, ripetuto da alcuni anni ma sempre rinnovato nei contenuti, che vede collegati in rete molti insegnanti e molte scuole della città di Trieste. Quest'anno sono stati riscoperti, nel Laboratorio di Fisica del Liceo Scientifico G. Galilei, degli strumenti di misura antichi  (l’apparecchio di Hope, il cubo di Leslie, il termometro metallico a spirale, l’aerometro di Nicholson e l’igrometro di Chistoni), ma molto interessanti e assieme agli studenti sono stati rimessi in funzione per comprendere ancora meglio come si misura la temperatura, l’umidità e la densità dell’acqua. Nell’insieme saranno attuate più di 30 attività interattive inerenti la meteorologia, la climatologia e il cambiamento climatico.

L'esperienza ed il lavoro di questo bel gruppo di studenti volontari nelle edizioni precedenti sono stati sempre valorizzati anche con interviste della Rai Regione, di Radio e Tv Capodistria, e da Radio Punto Zero.

 

Per saperne di più: