sei in: home page » aria » stato » qualità dell'aria Stampa

Qualità dell'aria

ARIA - Stato – Qualità dell'aria / Claude Monet (1840-1926): At Cap d'Antibes, Mistral WindStato - logica DPSIR

  

 

Campagne di misura

In caso di esigenze specifiche, che non sono soddisfacibili tramite il monitoraggio ordinario dell'inquinamento atmosferico, L'ARPA FVG progetta e svolge delle campagne di misura per la raccolta di dati utili a descrivere lo stato dell'aria in funzione di tali esigenze.

 

inizio pagina

 

Le misure aggiornate di qualità dell'aria

Le ultime rilevazioni ottenute dalle stazioni di monitoraggio in continuo dei principali inquinanti presenti nell'aria ambiente, sono accessibili attraverso il collegamento qui di seguito predisposto.

I dati, sottoposti a un processo di validazione connesso al percorso delle diverse fasi della qualità, sono resi disponibili agli utenti al termine della prima fase di valutazione e a titolo informativo. Le misure pubblicate vengono aggiornate normalmente su base quotidiana.

Maggiori informazioni sulle caratteristiche ed effetti dei singoli inquinanti sono riportate in fondo alla pagina.

Le ultime misure di qualità dell'aria ambiente ottenute dalle rete di stazioni in continuo di ARPA FVG 

 

inizio pagina

 

La rete di monitoraggio aria con centraline

La struttura della rete di stazioni per il monitoraggio della qualità dell'aria ambiente gestita da ARPA FVG deve rispondere alle indicazioni poste dalle normative vigenti al duplice scopo di informare i cittadini e di fornire indicazioni alla pianificazione di settore.

Attualmente la rete regionale di monitoraggio è sottoposta ad una sostanziale revisione e ammodernamento al fine di renderla conforme ai recenti cambiamenti della legge in materia di aria ambiente.

Gli strumenti di ogni stazione misurano in continuo i principali inquinanti presenti nell’aria e per ogni punto di misura sono disponibili delle serie temporali di dati, sottoposti ad una articolata procedura di controllo di qualità. Queste misure, una volta trasmesse dai centri locali di raccolta e validazione in una banca dati centralizzata, possono essere distribuite alla Regione, Enti locali e al pubblico tramite il collegamento sotto riportato o mediante una specifica richiesta al CRMA.

L'intera rete di monitoraggio è attualmente composta da oltre 40 punti di misura, di cui un sottoinsieme opportunamente scelto in modo da essere rappresentativo dello stato dell'aria sulla nostra regione, costituisce la “Rete di riferimento regionale della qualità dell’aria”.

La rete di monitoraggio in continuo della qualità dell'aria e le serie temporali di dati raccolti

 

 inizio pagina

 

Qualità dell'aria e sostanze "inquinanti"

L'atmosfera del nostro pianeta ha una composizione tipica [1] [2], che nei pressi del suolo è caratterizzata prevalentemente da molecole di azoto (N2) e di ossigeno (O2). Inoltre vi sono molti altri gas, vapori e sostane materiali sospese presenti in quantità estremamente piccole rispetto ai componenti principali, i quali rivestono ruoli importanti nell'ambito della qualità dell'aria.

Alcuni di essi vengono indicati come inquinanti perché si tratta di sostanze che, immesse direttamente o indirettamente nell’aria, possono avere effetti nocivi sulla salute umana o sull’ambiente nel suo complesso [3] [4] .

Lo studio degli effetti degli inquinanti sulla salute della popolazione e dell’ecosistema ha portato alla definizione di limiti di concentrazione definiti per legge. 

Tra gli inquinanti di maggior rilievo vi sono:

 

inizio pagina

 

Biomonitoraggio

Negli ultimi anni la comunità scientifica internazionale ha elaborato diverse tecniche di biomonitoraggio, ossia di rilevamento delle alterazioni ambientali effettuato mediante l'uso di organismi viventi.

Queste tecniche vanno ad affiancare le analisi strumentali tradizionali (campionamenti, analisi di laboratorio) che forniscono risultati molto precisi, ma hanno costi molto elevati.

Le tecniche di biomonitoraggio riducono notevolmente i costi di campionamento e consentono una maggiore distribuzione dei punti di rilevamento degli inquinanti sul territorio.

Di seguito si riportano i più rilevanti progetti di biomonitoraggio che sono stati finora svolti nella nostra regione.

  • Atlante dei licheni epifiti più comuni rinvenuti in studi di biomonitaraggio ambientale nella Provincia di Trieste
  • Biomonitoraggio della Provincia di Trieste tramite licheni come bioindicatori.
  • Biomonitoraggio della Regione Friuli Venezia Giulia tramite licheni come bioaccumulatori.
  • Biomonitoraggio della Provincia di Trieste tramite muschi come bioaccumulatori di metalli in traccia.
  • Monitoraggio di IPA aerodispersi nella Provincia di Trieste tramite MOSS-BAGS e QUADRELLI come accumulatori

 

inizio pagina

 

Argomenti collegati

1.  L'atmosfera terrestre nel sito wikipedia

2.  Atmospheric Composition and Vertical Structure Thomas W. Schlatter,2009 -NOAA Earth Systems Research Laboratory

3.  L'inquinamento atmosferico nel sito dell'Agenzia Europea per l'Ambiente (EEA)

4.  Cleaner air for all (Infographic - EEA)

 

 

inizio pagina



ultimo aggiornamento: martedì 14 giugno 2016