sei in: home page » aria » stato » odori Stampa

Odori

ARIA - Stato – Odori / Pierre-Auguste Renoir (1841-1919):  Claude Monet readingStato - logica DPSIR

L'inquinamento atmosferico percepibile come odore non è ancora oggetto di una normativa dettagliata e articolata come invece lo sono altri inquinanti più noti. Ad ogni modo la percezione di odori sgradevoli nell'aria ambiente interessa sempre più vaste zone di territorio. In particolare il problema degli odori è sovente associato ad attività umane legate ai determinanti agricoltura, energia e industria.

Gli odori presenti nell'aria possono essere quantificati. Ad ogni modo non si tratta di una misura nel senso classico del termine, in quanto la concentrazione degli odori viene valutata con tecniche di olfattometria dinamica [1], le quali coinvolgono esseri umani in qualità di valutatori. Al fine di rendere quanto più oggettiva possibile tale valutazione sono stati adottati degli appositi standard. [2] [3].

Nel caso siano necessarie valutazioni preventive sul possibile impatto odorigeno di attività umane, la modellistica numerica permette di simulare la dispersione di sostanze in atmosfera, attraverso la quale dedurre l'eventuale presenza di odori sgradevoli sul territorio.

 

Argomenti collegati

1.  L'olfattometria dinamica nel sito Wikipedia

2.  La norma UNI EN 13725:2004 nel sito Ente Nazionale Italiano di Unificazione

3.  Gli standard sulle misure degli odori nel sito European Committee for Standardization



ultimo aggiornamento: mercoledì 03 agosto 2016