sei in: home page » aria » pressioni » catasto emissioni Stampa

Catasto emissioni

ARIA - Pressioni – Catasto emissioni Pressioni - logica DPSIR

Tra gli strumenti più importanti per la valutazione delle pressioni ambientali di lunga durata ci sono i catasti delle emissioni in atmosfera, che sono delle raccolte strutturate di informazioni sui luoghi e sulle modalità con le quali gli inquinanti vengono immessi nell'aria. In queste banche dati sono raccolte e periodicamente aggiornate grandezze essenziali, quali la quantità di inquinante immesso nel tempo, le sue caratteristiche chimiche e fisiche oltre che alla posizione geografica, all'estensione e alla tipologia produttiva della sorgente emissiva.

Le informazioni contenute nei catasti sono soggette a continue verifiche sulla congruenza tra i dati, ovvero che le relazioni teoriche tra le grandezze siano rispettate dalle quantità censite.

I dati delle emissioni rivestono un ruolo fondamentale non solo per la descrizione delle pressioni che esse esercitano ma anche come informazione essenziale per la modellistica numerica sulla qualità dell'aria. Infatti previsioni sulle concentrazioni degli inquinanti in atmosfera possono essere realizzate solo se a priori si conoscono le quantità immesse nell'aria.

L'ARPA FVG cura il catasto regionale delle emissioni in atmosfera utilizzando, analogamente a molte altre regioni italiane, il software INEMAR (Inventario Emissioni Atmosfera) realizzato da Regione Lombardia e ARPA Lombardia conformemente alle linee guida nazionali ed europee in materia [1] [2].

Il catasto regionale contiene i dati riguardanti le ditte autorizzate all'emissione, le stime relative ai mezzi di trasporto transitanti sul territorio regionale, ai consumi di combustibile per scopi civili e produttivi, oltre che a valutazioni sul contributo naturale all'inquinamento atmosferico.

 

Argomenti collegati

1.  EMEP/EEA air pollutant emission inventory guidebook — 2009 nel sito dell'Agenzia Europea per l'Ambiente (EEA)

2.  COPERT 4 — Estimating emissions from road transport nel sito dell'Agenzia Europea per l'Ambiente (EEA)



ultimo aggiornamento: mercoledì 04 giugno 2014