sei in: home page » aria » Di cosa è fatto il PM10? Stampa

Di cosa è fatto il PM10?

Di cosa è fatto il PM10? Due stazioni della rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria di Arpa FVG sono state scelte per far parte del gruppo di punti di misura speciali instituiti da un decreto del Ministero dell’Ambiente per caratterizzare il particolato atmosferico [1].

A partire dal giorno 7 novembre 2016, infatti, è iniziata presso le stazioni di Pordenone (via Marconi) e di Udine (via Cairoli) la campagna condotta nell’ambito di un programma nazionale volto ad individuare la variabilità geografica e temporale delle diversi componenti del PM10 e PM2.5.

I campioni raccolti permetteranno di quantificare la componente ionica (nitrati, solfati e ammonio) e carboniosa (carbonio organico ed elementare) del materiale particolato, determinando contemporaneamente i rapporti caratteristici dei microinquinanti, come i metalli e gli idrocarburi policiclici aromatici.

 

Riferimenti bibliografici e sitografici

1) Decreto 29 novembre 2012: Individuazione delle stazioni speciali di monitoraggio della qualità dell’aria

 



Questa notizia viene pubblicata nell'ambito delle iniziative: "United Nations Conference on Climate Change COP21"


"DICEMBRE 2016 - COP21 - CLIMATE CHANGE CONFERENCE ACTION FOR PEOPLE AND PLANET"

 

Archivio delle notizie pubblicate nell'anno 2016


 

Direzione Tecnico Scientifica
CRMA - Centro Regionale di Modellistica Ambientale

https://twitter.com/arpafvg_aria@arpafvg_aria                         



ultimo aggiornamento: martedì 20 dicembre 2016