sei in: home page » aria » A trent’anni dall’incidente nucleare di Chernobyl i flussi atmosferici riprodotti ad alta risoluzione Stampa

A trent’anni dall’incidente nucleare di Chernobyl i flussi atmosferici riprodotti ad alta risoluzione

A trent’anni dall’incidente nucleare di Chernobyl i flussi atmosferici riprodotti ad alta risoluzioneNelle prime ore del 26 aprile del 1986, alla centrale nucleare di Chernobyl, nel territorio dell’attuale Ucraina, l’incidente ad uno dei reattori causò un vasto incendio con conseguente immissione in aria di materiale radioattivo. Gli inquinanti prodotti viaggiarono nell’atmosfera per parecchi giorni, causando impatti di intensità variabile sul continente europeo. Anche la regione Friuli Venezia Giulia ne fu interessata.

A trent’anni di distanza, grazie ad uno specifico programma di ricostruzione delle condizioni meteorologiche ad alta risoluzione spaziale e temporale di periodi passati, il Centro Regionale di Modellistica Ambientale dell’ARPA FVG è in grado di riprodurre la circolazione atmosferica dei giorni dell’incidente, ora per ora e con un dettaglio chilometrico, dal suolo fino alla quota di 15 km. La ricostruzione è possibile grazie all’impiego di modelli numerici di ultima generazione eseguiti su strutture di calcolo ad alte performance.

 

 



Questa notizia viene pubblicata nell'ambito delle iniziative: "United Nations Conference on Climate Change COP21"


"APRILE 2016 - COP21 - SUSTAINABLE CITIES"

 

Archivio delle notizie pubblicate nell'anno 2016


 

Direzione Tecnico Scientifica
CRMA - Centro Regionale di Modellistica Ambientale

https://twitter.com/arpafvg_aria@arpafvg_aria                         



ultimo aggiornamento: giovedì 05 maggio 2016