sei in: home page » aria » Emission Trading – Modifiche e novità in materia di sanzioni Stampa

Emission Trading – Modifiche e novità in materia di sanzioni

Emission Trading – Modifiche e novità in materia di sanzioni Dal 23 luglio 2015 è in vigore il Dlgs 111/2015 che apporta alcune modifiche in materia di sanzioni minime applicabili ai gestori degli impianti rientranti nel sistema di scambio delle quote di emissione di gas a effetto serra. L’importo delle sanzioni pecuniarie viene innalzato in caso di omissione di comunicazione delle informazioni agli enti preposti al controllo da parte dei gestori, mentre vengono ridotte nel caso di quote di mercato emissivo indebitamente percepite.

Oltre al regime sanzionatorio, il Decreto ridisegna le funzioni degli enti preposti alla gestione e al controllo delle relative istruttorie.

 

 

Riferimenti:

1) DECRETO LEGISLATIVO 2 luglio 2015, n. 111
Disposizioni correttive ed integrative al decreto legislativo 13 marzo 2013, n. 30, recante attuazione della direttiva 2009/29/CE che modifica la direttiva 2003/87/CE al fine di perfezionare ed estendere il sistema comunitario per lo scambio di quote di emissione di gas a effetto serra. (15G00125) (GU n.168 del 22-7-2015 )

 

 



Questa notizia viene pubblicata nell'ambito delle iniziative: "inquinamento atmosferico e mobilità sostenibile" (Adozione del programma annuale 2015 e pluriennale 2015-2017 dell'ARPA FRIULI VENEZIA GIULIA - Delibera n.219 dd 31/12/2014)


" LUGLIO 2015 - Odori"

 

Archivio delle notizie pubblicate nell'anno 2015


 

Direzione Tecnico Scientifica
CRMA - Centro Regionale di Modellistica Ambientale

https://twitter.com/arpafvg_aria@arpafvg_aria                         



ultimo aggiornamento: mercoledì 29 luglio 2015