sei in: home page » acqua » news Stampa

Caratteristiche Oceanografiche del Golfo di Trieste nel gennaio 2017

20/01/2017

A causa del perdurare di relative basse temperature dell’aria, associate all’intenso vento di Bora che sta  interessando il golfo di Trieste da inizio gennaio 2017, è possibile che si presenti nelle prossime giornate un evento oceanografico simile a quello già osservato tra fine gennaio ed inizio febbraio del 2012.

In particolare, si stanno formando nell’area costiera occidentale del golfo delle masse d’acqua a bassa temperatura, compresa tra 1°C e 4°C, elevata salinità e conseguentemente elevata densità che potrebbero nelle giornate del 21 e 22 gennaio, periodo di probabile diminuzione del vento di Bora, tendere a muoversi scivolando e affondando in prossimità del fondale marino verso la parte centro orientale dal bacino.

Tale situazione provocherebbe, in un intervallo di poche ore, un brusco raffreddamento delle masse d’acque del golfo più profonde; ciò potrebbe comportare dei problemi alla vita dei pesci e degli organismi che vivono in prossimità o in contatto con il fondale marino.

Dalle misure in continuo effettuate dagli strumenti oceanografici posti sulla Meda “Paloma” gestita dal ISMAR-CMR di Trieste e da quelli sulla Boa “VIDA” gestita dal NIB-MBS di Piran (Slovenia) sarà possibile nei prossimi giorni verificare se si è innescato l’evento sopra descritto. Verrà data evidenza dell’andamento del fenomeno nel bollettino mensile.