sei in: home page » acqua » news » Strategia Marina: al via il monitoraggio dell’ epimegabenthos Stampa

Strategia Marina: al via il monitoraggio dell’epimegabenthos

27/04/2016

L’8 aprile scorso ARPA FVG ha effettuato la prima delle quattro uscite di campionamento per il monitoraggio dell’epimegabenthos a bordo di un motopeschereccio. Con il termine epimegabenthos vengono definiti gli organismi invertebrati marini di maggiori dimensioni che vivono a contatto con il fondale marino. Si tratta perlopiù di spugne, ascidie, echinodermi, molluschi e crostacei che possono essere danneggiati dalla pesca con attrezzi al traino.

L’attività di monitoraggio viene svolta nell’ambito della direttiva quadro sulla strategia per l’ambiente marino (dir. 2008/56/CE) e del relativo decreto attuativo (D.lgs 190/2010). La direttiva istituisce un quadro all’interno del quale gli Stati membri adottano misure necessarie per conseguire o mantenere un buono stato ecologico dell’ambiente marino.
Nell’ambito dei Programmi di monitoraggio per la “Strategia Marina” vengono condotte anche questo tipo indagini, finalizzate a fornire una caratterizzazione dell’habitat di fondo marino influenzato dalle attività di pesca.

L’attività di pesca autorizzata ai fini scientifici per le indagini sull’epimegabenthos, costituisce anche l’occasione per controllare la composizione della fauna ittica commerciale e non, nonché una prima catalogazione degli eventuali rifiuti solidi rinvenuti dal fondale marino sulle aree oggetto di studio.