sei in: home page » acqua » news » Monitoraggio di Ostreopsis ovata Stampa

Monitoraggio di Ostreopsis ovata

01/10/2014

Il 24 settembre scorso l’Agenzia ha effettuato un sopralluogo suppletivo nella spiaggia di Canovella de Zoppoli e nella località di Barcola, entrambe in provincia di Trieste, al fine di monitorare l’evolversi del fenomeno che aveva determinato un’elevata concentrazione della specie microalgale potenzialmente tossica Ostreopsis ovata rilevata il 15 settembre durante i campionamenti per il controllo delle acque di balneazione.

In particolare, nelle macroalghe è stato rilevato un significativo decremento (del 77%) a Barcola e (del 43%) a Canovella de Zoppoli e le concentrazioni rilevate nell’acqua superficiale (80 cell/l a Canovella e 40 cell/l a Barcola) risultavano ampiamente al di sotto del limite legale di allerta di 10000 cellule/litro.
Dall’ispezione visiva dei siti si é potuto constatare che in entrambe le località le comunità bentoniche non mostravano segni di sofferenza o altre criticità.

Il 15 settembre scorso, infatti, nelle macroalghe campionate a Canovella de Zoppoli e a Barcola era stata rilevata un’elevata concentrazione della specie epifita Ostreopsis ovata, senza tuttavia mai superare il limite di allerta nell’acqua superficiale.

   

Punta Sottile

Barcola

Canovella

Sistiana

24/09/2014

O. ovata cell/gr (peso umido di macroalga)

Non effettuato

29640

98120

Non effettuato

O. ovata cell/l

Non effettuato

40

80

Non effettuato

15/09/2014

O. ovata cell/gr (peso umido di macroalga)

56

126636

182710

291

O. ovata cell/l

0

100

680

0

Durante la stagione balneare i monitoraggi vengono eseguiti mensilmente per il controllo delle specie potenzialmente tossiche, tra le quali Ostreopsis ovata.

I controlli vengono intensificati qualora si riscontrino concentrazioni cellulari che si avvicinano ai limiti legali di allerta.

Nel caso specifico, dato il sensibile decremento riscontrato nel secondo monitoraggio, non verranno effettuate ulteriori analisi.