sei in: home page » acqua » news » Catturato un pesce esotico nella laguna di Marano Stampa

Catturato un pesce esotico nella laguna di Marano

21/07/2016

Un esemplare della specie Lobotes surinamensis, comunemente chiamato lobote o pesce foglia, è stato catturato lunedì 18 luglio nella laguna di Marano da pescatori professionisti.

Questo pesce è cosmopolita nelle acque tropicali e subtropicali di tutti gli oceani, si nutre principalmente di crostacei e piccoli pesci e può raggiungere quasi 20 kg di peso.

La sua prima segnalazione documentata nel Mediterraneo risale al 1875 nelle acque siciliane, dopodiché diverse segnalazione sono state fatte dagli anni ’50 nel Mediterraneo orientale e Nord Africa. Nonostante la sua ampia distribuzione geografica questa specie è sempre stata considerata estremamente rara. Nel Mare Adriatico ha fatto la sua prima comparsa nel 2010 in Dalmazia, nei pressi dell’Isola di Lissa. Più recentemente, nel 2013, è stata catturata nel Canal d’Arsia (Istria orientale). La sua cattura nella laguna di Marano testimonia la presenza anche nel settore più settentrionale del Mar Mediterraneo.

Si tratta di un tipico caso di "meridionalizzazione", ossia la tendenza degli organismi marini ad affinità subtropicale ad ampliare il proprio areale verso regioni più temperate, dove in precedenza erano assenti o molto rari.

Le carni di questo pesce sono apprezzate ed è una specie candidata per l’acquacoltura.

Questa segnalazione, di un esemplare inconsueto per la nostra area geografica, è frutto della preziosa collaborazione tra i tecnici dell'Agenzia e i pescatori, i quali, vivendo quotidianamente il mare e la laguna, spesso sono i primi a venire a contatto con queste specie rare. Senza il loro contributo la presenza di molti organismi marini rimarrebbe sconosciuta.