sei in: home page » acqua » news » Al via il monitoraggio in continuo dei corpi idrici lagunari per il 2016 Stampa

Al via il monitoraggio in continuo dei corpi idrici lagunari per il 2016

16/05/2016

L'Osservatorio Alto Adriatico (OAA) ha riattivato il monitoraggio dei corpi idrici lagunari tramite il sistema di boe e sonde per l’analisi in continuo dei parametri fisico-chimici delle acque.

Questa attività, partita nel 2013 grazie al progetto SHAPE, consiste nel rilevare i valori di temperatura, conducibilità/salinità, pH e ossigeno disciolto nelle acque durante i mesi più caldi, indicativamente a partire da maggio e fino a novembre.

I dati vengono acquisiti dal sistema informatico di ARPA FVG e pubblicati giornalmente alla pagina dedicata al “monitoraggio in continuo delle acque di transizione”.

L’obiettivo è quello di registrare e individuare il verificarsi di condizioni di anossia/ipossia come richiesto dal D.M.260/10.

Inoltre, le boe sono delle "sentinelle" del sistema lagunare che permettono la rapida osservazione di processi anomali che potrebbero portare a morie di fauna ittica e di molluschi o alla proliferazione di fioriture algali.

 

 

Per saperne di più