sei in: home page » acqua » balneazione » La qualità delle acque di balneazione in Friuli Venezia Giulia Stampa

Elevata la qualità delle acque di balneazione del Friuli Venezia Giulia

grado balneazioneIn Friuli Venezia Giulia, su 66 siti destinati alla balneazione 64 risultano classificati con livello di qualità eccellente e 2 con livello di qualità buona.

Questi sono i risultati che caratterizzeranno per tutto il 2017 le aree individuate dalla Regione Friuli Venezia Giulia per questa attività ricreativa, indipendentemente da occasionali eventi di inquinamento. La classificazione, infatti, viene fatta sulla base dei dati analitici derivanti dal monitoraggio dei quattro anni precedenti, in questo caso dal 2013 al 2016. Il monitoraggio a lungo termine permette di classificare le acque balneabili in diversi livelli di qualità, attraverso l’analisi del trend degli indicatori di contaminazione fecale presenti in tali aree nel quadriennio considerato.

La stagione balneare 2016 è stata caratterizzata da una scarsa presenza degli indicatori, pertanto, ha rivelato una condizione complessivamente buona, portando ad un miglioramento del livello di qualità delle acque rispetto alle classificazioni degli anni precedenti. Durante l’intera stagione 2016 sono stati solamente 5 i casi di inquinamento occasionale.

Prendendo in considerazione il quadriennio 2013-16, complessivamente sono state 5 le stazioni (1 nel Comune di Trieste, 1 nel Comune di Muggia, 1 nel Comune di Monfalcone, 2 Nel comune di Duino-Aurisina) che hanno superato i valori limite di indicatori di inquinamento fecale previsti dalla normativa di settore. Ad ogni modo, è stato possibile verificare che tutti gli eventi critici sono stati legati a condizioni meteorologiche sfavorevoli precedenti il giorno del campionamento e solo in un caso nell’arco dell’intero quadriennio, nel settembre 2013, l’evento è stato considerato non di breve durata (inquinante presente per un periodo maggiore di 72 ore).

In Friuli Venezia Giulia, oltre al monitoraggio delle acque di balneazione attraverso gli indicatori di inquinamento fecale, relativamente all’attività ricreativa della balneazione, Arpa FVG è impegnata nel “Piano regionale di sorveglianza per la gestione del rischio sanitario associato alle fioriture algali”.

Oltre che ai controlli sul fitoplancton complessivo, particolare attenzione viene data alla presenza di Ostreopsis ovata poiché, integrando il monitoraggio ambientale con la sorveglianza delle sindromi (arrossamenti della pelle, lacrimazioni, riniti etc.), garantisce la rapida attivazione di misure di prevenzione, controllo e comunicazione ai fini della tutela della salute umana.

In alcuni siti individuati è stata rilevata la presenza della microalga (comuni di Trieste, Muggia e Duino-Aurisina) e tali siti vengono monitorati durante la stagione balneare seguendo le procedure indicate dalle linee guida. Le fioriture dell’alga sono dovute a particolari condizioni fisico chimiche dell’ecosistema marino (temperatura, luce, assenza di perturbazioni, ecc.), ideali per la sua proliferazione; tali condizioni sono frequenti alla fine della stagione (settembre).

Sulla base dei risultati del monitoraggio effettuato sia per il controllo delle acque di balneazione, sia nell’ambito del Programma di monitoraggio nazionale per il controllo dell’ambiente marino costiero, è stato possibile osservare, nell’arco dell’intero litorale regionale, che fioriture di Ostreopsis ovata e Ostreopsis spp. si sono verificate alla fine della stagione estiva del 2012, nell’area di Aurisina nel comune di Duino, e nel settembre 2014, dove il fenomeno ha interessato l’area costiera di Barcola. Nel settembre 2015 è stata osservato un aumento della concentrazione bentonica dell’alga nelle aree oggetto d’indagine ma non è stato mai superato il valore soglia previsto per la colonna d’acqua. Lo stesso fenomeno si è ripetuto nel settembre 2016.

Per la prossima stagione balneare, il periodo di monitoraggio previsto per le acque di balneazione è compreso tra il 1° maggio e il 30 settembre ad eccezione delle zone balneabili del lago di Sauris nelle quali la stagione è compresa tra il 30 giugno e il 24 agosto. Arpa FVG si è dotata negli anni di strumenti adatti a comunicare tempestivamente i risultati dei monitoraggi mensili. Nella sezione del sito web dell’Agenzia dedicata alle acque di balneazione è possibile accedere ai risultati del monitoraggio, presentati sotto forma di bollettini mensili, agevolmente scaricabili e stampabili dai Comuni, nonché facilmente consultabili dal singolo cittadino. Inoltre, molteplici sono i canali attraverso i quali l’Agenzia informa la popolazione (social media, comunicati stampa, relazioni annuali, interviste tv e radio, incontri con i cittadini e i Comuni), in un ottica di trasparenza e partecipazione.



ultimo aggiornamento: giovedì 09 marzo 2017