sei in: home page » Inquinamento luminoso » inquinamento luminoso Stampa

Inquinamento luminoso


italia1ARPA FVG tratta la tematica dell'inquinamento luminoso, che non è regolato da normativa nazionale ma solo da leggi regionali.

Nella nostra regione vige la L.R. n. 15/07 contenente “Misure urgenti in tema di contenimento dell’inquinamento luminoso, per il risparmio energetico nelle illuminazioni per esterni e per la tutela dell’ambiente e dell’attività svolta dagli osservatori astronomici”.

Per “inquinamento luminoso” si intende “ogni forma di irradiazione di luce artificiale che si disperda al di fuori delle aree cui essa è funzionalmente dedicata e, in particolare, oltre il piano dell’orizzonte”.

Tale forma di inquinamento, anche se ritenuta meno rilevante rispetto altre forme di inquinamento, ha riflessi negativi su una pluralità di ambiti. Infatti studi recenti hanno chiarito che un eccesso di luminosità notturna ha effetti sulla flora, sulla fauna e sull’uomo, inoltre, l’inquinamento luminoso arreca disturbo all’attività degli osservatori astronomici e costituisce una inutile e sostanziosa forma di spreco di energia elettrica.

RIDURRE L’INQUINAMENTO LUMINOSO NON SIGNIFICA NON ILLUMINARE MA ILLUMINARE IN MANIERA CORRETTA!
Le finalità della L.R. n. 15/07 sono:

a) la riduzione dell'inquinamento luminoso e ottico, nonché la riduzione dei consumi energetici da esso derivanti;
b) l'uniformità dei criteri di progettazione per il miglioramento della qualità luminosa degli impianti per la sicurezza della circolazione stradale;
c) la protezione dall'inquinamento luminoso dell'attività di ricerca scientifica e divulgativa svolta dagli osservatori astronomici;
d) la protezione dall'inquinamento luminoso dell'ambiente naturale inteso anche come territorio, dei ritmi naturali delle specie animali e vegetali, nonché degli equilibri ecologici sia all'interno che all'esterno delle aree naturali protette;
e) la salvaguardia del cielo notturno per tutta la popolazione;
f) la diffusione tra il pubblico delle tematiche relative all'inquinamento luminoso e la formazione di tecnici con competenze nell'ambito dell'illuminazione.

La L.R. n. 15/07 ha come oggetto gli impianti di illuminazione esterna sia pubblici che privati sul territorio regionale.

Fatte salve alcune deroghe, prevede che gli impianti di illuminazione esterna siano autorizzati dai Comuni sulla base di un progetto illuminotecnico.

Ai fini della verifica della conformità dell’impianto alle disposizioni della L. R. 15/07 il progetto illuminotecnico deve possibilmente comprendere:

  • una relazione tecnico illustrativa, riportante i riferimenti legislativi e normativi, le categorie illuminotecniche di riferimento, di progetto e di esercizio, la descrizione ed il commento dei calcoli di verifica con esplicitazione del software utilizzato, dell’area e della griglia di calcolo, del fattore di manutenzione con le relative assunzioni fatte per derivarne il valore (piano di manutenzione), la descrizione dell’ottenimento dei requisiti della L.R. 15/07 e delle scelte in termini di risparmio ed efficienza riferite alle indicazioni della L.R. 15/07;
  • le planimetrie ed i prospetti in scala leggibile indicanti il posizionamento degli apparecchi illuminanti sovrapposti all’area da illuminare;
  • i calcoli di verifica delle caratteristiche illuminotecniche;
  • la documentazione degli apparecchi illuminanti comprendente la certificazione dei dati fotometrici e le raccomandazioni d’uso ed installazione.


La legge regionale inoltre prevede che i Comuni predispongano un Piano di Illuminazione per la disciplina delle nuove installazioni e per le modalità e i tempi di modifica, adeguamento, manutenzione, sostituzione o integrazione degli impianti di illuminazione esistenti. In materia di inquinamento luminoso ARPA FVG svolge attività di supporto agli enti cui competono la vigilanza e il controllo ai sensi della L. R. n. 15/07.

 



ultimo aggiornamento: venerdì 31 ottobre 2014