sei in: home page » certificazioni ambientali » LIFE Stampa

Progetti LIFE

 

Progetto B.R.A.V.E. (Better Regulation Aimed at Valorising EMAS)

 

life_logo_progetto_braveIl progetto BRAVE è finalizzato a sviluppare soluzioni per il miglioramento della normativa ambientale e per la semplificazione degli obblighi a carico delle organizzazioni che hanno ottenuto la registrazione EMAS (Regolamento n. 1221/2009/CE) o altre forme di certificazione ambientale che, analogamente all’EMAS, prevedono un forte impegno a valutare, gestire correttamente e migliorare nel tempo le proprie prestazioni ambientali.

 

Il progetto BRAVE nasce proprio per incentivare la diffusione degli strumenti volontari di politica ambientale e per premiare le organizzazioni eccellenti che li adottano, riducendo il peso degli adempimenti normativi e amministrativi cui sono soggette. Il progetto si pone come ambizioso obiettivo l’approvazione, da parte degli organi istituzionali competenti, di norme e regolamenti che favoriscano le organizzazioni registrate EMAS (o dotate di altra certificazione ambientale) riducendo gli oneri, i controlli, le ispezioni, ma anche introducendo agevolazioni fiscali a loro beneficio.

 

Il progetto, finanziato dalla Direzione Generale Ambiente della Commissione Europea attraverso il fondo “Life Plus” e dalle regioni Lombardia e Basilicata, si è concluso il 31.12.2014. Partner di progetto sono la Scuola Sant’Anna di Pisa, l’ARPA della Regione Lombardia, Confindustria Genova, il centro IEFE dell’Università Bocconi, Ambiente Italia Srl e due enti spagnoli, la Camera di Commercio della regione Valencia e lo IAT, l’Istituto Andaluso per le Tecnologie. Sono stati organizzati gruppi di lavoro a livello regionale (uno anche in Friuli Venezia Giulia), nazionale e comunitario aperti alla partecipazione di rappresentanti delle istituzioni, degli enti locali, delle imprese e delle associazioni di categoria che voglio realmente impegnarsi in un processo di miglioramento della normativa ambientale esistente. 


Nell’ambito di questo progetto è stata condotta un’indagine per rilevare la percezione delle imprese circa l’implementazione del Regolamento EMAS in Italia, sul livello di adozione e sui benefici ed incentivi.

Consulta l'Indagine sulle aziende italiane registrate EMAS


Per le attività rivolte alla Regione Friuli Venezia Giulia si è costituito un gruppo di lavoro (Local working Group) composto dalla Regione stessa, dall’ARPA FVG, da Ambiente Italia come partner di progetto coordinatore delle azioni sulla regione e dall’ASDI del Distretto del Mobile Livenza, mentre un ruolo centrale nel perseguire le finalità del progetto è stato attribuito ad organi di consultazione (Consultation Board), costituiti ad hoc e  rappresentativi degli interessi collettivi a livello regionale e nazionale sui temi rilevanti per il progetto. 

Queste attività hanno comportato lo sviluppo di alcune proposte regionali di semplificazione che sono state presentate ai decisori pubblici e per le quali è già stato avviato, e in parte concluso, l'iter normativo.

Le misure riguardano:


1) l’individuazione delle linee guida per le procedure di autorizzazione e di ispezione ambientale e per l’introduzione di semplificazioni amministrative per le organizzazioni in possesso di certificazione ambientale (Allegato alla Delibera della Giunta regionale n. 2280/2014);


2) gli "acquisti verdi" (Green Public Procurement-GPP): la Giunta regionale ha costituito un apposito gruppo di lavoro interdirezionale, che dovrà presentare un documento propositivo entro il 31 marzo 2015;


3) gli incentivi che potranno essere concessi alle organizzazioni con certificazioni ambientali nell'assegnazione delle risorse del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) - programmazione 2014-2020.
 

Eventi informativi sul progetto BRAVE



ultimo aggiornamento: venerdì 23 gennaio 2015