sei in: home page » VIA » news » Piani di monitoraggio ambientale per gli impianti idroelettrici Stampa

Piani di monitoraggio ambientale per gli impianti idroelettrici

16/01/2017

Con decreto del direttore centrale della direzione ambiente ed energia n. 2958 del 22 dicembre 2016 sono state approvate le “Linee guida per la predisposizione dei piani di monitoraggio e per la determinazione sperimentale del deflusso minimo vitale” per le nuove concessioni di derivazione d’acqua, nonché nei casi di variante sostanziale o di rinnovo di concessioni esistenti.

Tale documento è stato approvato ai fini della definizione dello schema di domanda per la determinazione del deflusso minimo vitale e della predisposizione dei piani di monitoraggio per le concessioni di derivazione d’acqua (rif. art. 14 comma 2 lettere i) e k) e art. 36 commi 2,3,4 della L.R. 11/2015 “Disciplina organica in materia di difesa del suolo e di utilizzazione delle acque “).

Le  nuove linee guida riprendono le Linee guida relative ai Piani di monitoraggio VIA delle centraline idroelettriche – componente acquatica, già redatte da ARPA FVG in data  23.11.2015, aggiornandone ed ampliandone i contenuti.

Le linee guida di ARPA FVG erano state predisposte al fine di fornire ai proponenti di impianti idroelettrici soggetti a procedimenti di VIA o screening di VIA  un riferimento per la predisposizione dei piani di monitoraggio da eseguire  ai sensi dell’ art. 28 del D.Lgs. 152/08.

ARPA FVG , relativamente alla realizzazione di nuove centraline idroelettriche o varianti sostanziali o rinnovo delle concessioni già esistenti, si esprime  ai fini della verifica della compatibilità della derivazione d’acqua con gli obiettivi di qualità ambientale previsti dalla Direttiva 2000/60/CE, sia in sede di procedimento di Valutazione di Impatto Ambientale, qualora applicabile, sia più in generale in sede di autorizzazione.