sei in: home page » sistemi di gestione dell'Agenzia » news » Arpa FVG alla giornata di formazione sull’accreditamento dei laboratori Stampa

Arpa FVG alla giornata di formazione sull’accreditamento dei laboratori

18/11/2016

Il 14 novembre a Palermo si è tenuto il corso accreditato ECM “L’impegno e le nuove proposte dei laboratori ufficiali nazionali accreditati a supporto della Sanità Veterinaria”.

Il corso, organizzato dall’Istituto Zooprofilattico IZS Sicilia era incentrato sull’importanza dell’accreditamento dei laboratori di prova, siano essi pubblici o privati. L’evento è stato patrocinato da importanti istituzioni quali, ad esempio il Ministero della Salute, il Ministero delle politiche agricole e forestali, la regione siciliana, Accredia e molti altri.

Stefano De Martin, direttore della SOC Laboratorio è intervenuto al corso come relatore ed ha portato l’esperienza di Arpa FVG sul tema con una relazione dal titolo “L’accreditamento dei laboratori per il controllo ambientale, nuove normative comunitarie e nazionali e loro requisiti”. Nel corso del suo intervento ha illustrato come la normativa in campo ambientale negli ultimi anni stia ponendo sempre più l’attenzione sull’importanza dell’accreditamento dei laboratori.

In particolare la normativa relativa ai monitoraggi delle acque (WFD – Water Frame Directive) ha introdotto il concetto che per il monitoraggio chimico delle sostanze prioritarie e pericolose nelle acque debbano essere utilizzati, se disponibili, metodi ufficiali oppure metodi che siano validati secondo la norma UNI EN 17025, imponendo dei criteri minimi di prestazione relativamente ai limiti di quantificazione e all’incertezza di misura.

Il laboratorio Arpa FVG sta lavorando in questa direzione mettendo a punto metodi per la determinazione di sostanze per le quali non esistono ancora metodi ufficiali.
Un esempio è quello delle sostanze della Watch List, un elenco di inquinanti emergenti indicati dalla Decisione Europea 495 del 2015 per i quali è stato messo a punto un metodo analitico che ha permesso all'Agenzia di essere tra i capofila nell’analisi di queste sostanze a livello nazionale.

 

Locandina dell'evento