sei in: home page » Valutazione dei valori di torbidità misurati nella laguna di Marano e Grado Stampa

Valutazione dei valori di torbidità misurati nella laguna di Marano e Grado

29/10/2019
Valori di torbidità nella Laguna di Marano e Grado
Valori di torbidità nella Laguna di Marano e Grado

Da inizio aprile Arpa FVG ha avviato il monitoraggio della torbidità delle acque lagunari regionali. Attualmente sono disponibili quasi 30 mila registrazioni effettuate in 6 mesi di immersione dei due torbidimetri posizionati rispettivamente in prossimità del l’Isola di Barbana (Canale dell’uomo morto) e in prossimità di Aprilia Marittima (Canale Coron).

Nella precedente news “Elaborazione preliminare dei valori di torbidità misurati nella laguna di Marano e Grado” sono stati presentati i dati di torbidità relativi al periodo aprile-giugno, ora a tali dati si aggiungono quelli del periodo luglio-settembre.

Come per il primo trimestre, i dati sono stati visionati e ripuliti da vari outliers, inoltre, sono stati studiati per individuare l’eventuale variabilità del parametro durante tutto il periodo indagato.

In generale, le acque del Canale Coron mostrano un andamento più costante della torbidità rispetto alle acque prossime all’isola di Barbana, infatti, il 95% dei valori ricade per tutta la stagione tra 0 e 40 NTU (unità nefelometrica di torbidità) con i valori più alti (anche per quanto riguarda le medie) durante maggio e settembre.

É più evidente, invece, l’incremento di torbidità nella stazione "Barbana" della laguna di Grado, che nel periodo giugno-agosto si presenta più alta rispetto al periodo primaverile e tardo estivo. In particolare è la variabilità ad aumentare notevolmente e l’intervallo relativo al 95% dei valori registrati deve essere aumentato a 70 NTU.
Inoltre, la media dei valori di giugno, pari a 15.5 NTU, è la più alta dell’intero set di dati.

Questi alti valori di torbidità potrebbero essere associati alla ridotta batimetria del sito di indagine che, unita ad un sostenuto traffico estivo di motobarche, potrebbe determinare una maggiore ri-sospensione del sedimento lagunare.
Diversamente, la maggiore batimetria della stazione sul Canale del Coron potrebbe attenuare l’effetto della ri-sospensione dovuto al movimento delle imbarcazioni, in questo sito le maggiori di torbidità registrate in maggio e in settembre potrebbero essere associate agli apporti di particellato sospeso relativi al fiume Stella che sfocia in laguna poco lontano.