sei in: home page » “A misura di mare: in viaggio per la sostenibilità”: presentati i dati sulla balneazione in FVG Stampa

“A misura di mare: in viaggio per la sostenibilità": presentati i dati sulla balneazione in FVG

26/04/2021
A misura di mare: in viaggio per la sostenibilità: presentati i dati sulla balneazione in FVG
In foto il Contrammiraglio Vincenzo Vitale, l'Assessore regionale Scoccimarro, il Direttore Arpa FVG Stellio Vatta, Manlio Palei e Gabriella Trani della Direzione centrale salute della Regione

Con la presentazione dei risultati dei primi monitoraggi nelle aree balneabili della costa del Friuli Venezia Giulia è iniziato il ciclo di incontri “A misura di mare: in viaggio per la sostenibilità” organizzato da Arpa FVG in collaborazione con l’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico Orientale – Porti di Trieste e Monfalcone.
“A misura di mare” si propone di porre l’attenzione sulla sostenibilità dell’ambiente marino approfondendo argomenti di grande attualità come la Strategia Marina, la pesca sostenibile, le specie aliene, la sostenibilità e la sicurezza in mare.

Nel corso del primo incontro Arpa FVG ha presentato i risultati del primo ciclo di controlli nelle aree balneabili della costa del Friuli Venezia Giulia effettuato il 19 e 20 aprile, che ha dato esito favorevole in tutte le zone ad esclusione delle località di Marina Julia e Lido di Staranzano. In queste due località Arpa ha effettuato giovedì 22 aprile un secondo campionamento degli indicatori di contaminazione fecale che ha dato esito favorevole; si è trattato quindi di un inquinamento di breve durata causato presumibilmente dalle piogge del giorno precedente che hanno favorito l’accumulo di inquinanti nelle zone costiere.

In Friuli Venezia Giulia sono 66 i siti individuati dalla Regione destinati alla balneazione nei quali Arpa effettua l’attività di monitoraggio. I campionamenti vengono effettuati mensilmente secondo un calendario stabilito prima dell’inizio della stagione balneare. In ogni punto di controllo vengono rilevati i parametri ambientali, effettuate le osservazioni visive e prelevati campioni d’acqua per l’analisi microbiologica. Nell’acqua vengono ricercati parametri indicatori di contaminazione di origine fecale: Escherichia coli ed Enterococchi intestinali.

Nel corso dell’incontro di lunedì 26 aprile l’Assessore regionale Scoccimarro ha ricordato come in Friuli Venezia Giulia la qualità delle acque di balneazione siano eccellenti o buone nel 98% dei siti. Nel dettaglio, dei 66 siti balneabili, 61 sono classificati con livello di qualità eccellente, 4 con livello di qualità buona, 1 con livello di qualità sufficiente.

Durante l’incontro è stata data rilevanza anche alla cartellonistica che i Comuni sono tenuti ad affiggere nei pressi delle zone balneabili. In ogni località deve essere presente un pannello che, in forma visiva, ne descrive lo stato di qualità: 1 stella per la qualità “sufficiente”, 2 stelle per la qualità “buona”, 3 per la qualità “eccellente”. L’assenza di stelle indica che le acque sono temporaneamente vietate alla balneazione.

L’incontro è stato, infine, l’occasione per presentare le nuove divise adottate dall’Agenzia per la protezione dell’ambiente. Il Direttore generale di Arpa FVG, Stellio Vatta, ha spiegato come ci fosse la necessità di comunicare la nuova immagine dell’Agenzia. "Le nuove uniformi sono il simbolo dell’entusiasmo che Arpa mette nell’affrontare il lavoro quotidiano", ha affermato il Direttore Vatta, "con l'auspicio che il colore scelto, il blu navy, sia un segnale della direzione verso cui stiamo andando: lo sviluppo sostenibile."

All’incontro sono intervenuti anche il Contrammiraglio Vincenzo Vitale, Direttore marittimo del Friuli Venezia Giulia, Manlio Palei e Gabriella Trani, Direzione centrale salute Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e Claudia Orlandi, Qualità delle acque marine e di transizione Arpa FVG.

Il prossimo appuntamento con “A misura di mare" si terrà giovedì 24 giugno 2021 e sarà incentrato sulla Strategia Marina. Si parlerà di rifiuti spiaggiati, microplastiche e rumore subacqueo. Verranno, inoltre presentati i monitoraggi sulla balneazione dei mesi di maggio e giugno.