sei in: home page » archivio news » Continua la riduzione dell'uso delle sostanze che aggrediscono l'ozono stratosferico Stampa

Continua la riduzione dell'uso delle sostanze che aggrediscono l'ozono stratosferico

26/09/2017
Continua la riduzione dell'uso delle sostanze che aggrediscono l'ozono stratosferico
Continua la riduzione dell'uso delle sostanze che aggrediscono l'ozono stratosferico

In Europa il consumo di sostanze chimiche che riducono l’ozono nella stratosfera è calato del 13% nel 2016 rispetto al 2015, raggiungendo il livello più basso dal 2006.

Il dato è presentato nel rapporto “Ozone-depleting substances 2016 [1], pubblicato dall'Agenzia europea per l'ambiente (AEA).

Il documento analizza ogni anno produzione, utilizzo, importazioni ed esportazioni per l'Ue dei composti chimici che causano la riduzione dello strato di ozono.

Questo risultato è particolarmente incoraggiante alla luce del recente emendamento di Kigali al protocollo di Montreal [2-3], secondo il quale va perseguita la completa dismissione degli Idrofluorocarburi HFC.

 

 

 

Riferimenti bibliografici e sitografici

1) Ozone-depleting substances 2016 - EEA Report No 12/2017 

2) KIGALI AMENDMENT

3) C.N.872.2016.TREATIES-XXVII.2.f - Kigali Amendment to the Montreal Protocol as issued by the UN Secretary-General 

 



Questa notizia viene pubblicata nell'ambito delle iniziative: "European Commission - Towards a circular economy"


"SETTEMBRE 2017 - CIRCULAR ECONOMY Closing the loop"

 

Archivio delle notizie pubblicate nell'anno 2017

 


 

ARPA FVG
CRMA - Centro Regionale di Modellistica Ambientale

https://twitter.com/arpafvg_aria@arpafvg_aria                         

 

 

inizio pagina