sei in: home page » archivio news » Normativa: combustione controllata di materiale vegetale (sfalci e potature) Stampa

Normativa: combustione controllata di materiale vegetale (sfalci e potature)

14/07/2014
Emissioni in atmosfera ed effetti sugli ecosistemi
Emissioni in atmosfera ed effetti sugli ecosistemi

A partire dal 24 giugno 2014, è consentita la combustione di materiale derivante da sfalci e potature, purché in quantità non superiori a 3 metri steri per ettaro al giorno e in periodi e orari fissati da apposite ordinanze del Sindaco competente territorialmente. La bruciatura di questo materiale è comunque vietata nei periodi a forte rischio incendi che devono essere individuati dalle Regioni.

Questo aggiornamento normativo deriva dalla pubblicazione del DL 91/2014 art.14 (comma 8, lettera b) [1], che ha modificato le disposizioni per la combustione controllata del materiale agricolo e forestale derivante da sfalci e potature inserendo il comma 6 bis all'articolo 256 bis nel DLgs 152/2006 (Testo Unico Ambientale) [2].

 

 

 

Riferimenti

1 - DL 91 / 24 giugno 2014 - Disposizioni urgenti per il settore agricolo, la tutela ambientale ….  

2 - DLgs 152 /  3 aprile 2006 - Norme in materia ambientale. 

 



Q
uesta notizia viene pubblicata nell'ambito delle iniziative riguardanti 7th Environment Action Programme (EAP)

" . . . Articolo 2. - 1. Il 7° Programma di Azione per l'Ambiente persegue i seguenti obiettivi prioritari:
  . . . f) garantire investimenti a sostegno delle politiche in materia di ambiente e clima e tener conto delle esternalità ambientali; . . . "

 

Archivio delle notizie pubblicate nell'anno 2014


 

Direzione Tecnico Scientifica
CRMA - Centro Regionale di Modellistica Ambientale

https://twitter.com/arpafvg_aria@arpafvg_aria