sei in: home page » archivio news Stampa

La qualità delle acque del Fiume Isonzo

15/10/2014

Si è tenuto a Palazzo Attems - Gorizia il convegno “Isonzo da amare”, organizzato dall’Assessore Ambiente ed Energia del Friuli Venezia Giulia, dalla Provincia di Gorizia, dal ministero dell’Ambiente e dalla Convenzione delle Alpi. 

Lo scopo del convegno era quello di consentire un primo confronto pubblico su tutto ciò che si sta facendo sul fiume Isonzo, in vista dell’avvio dei lavori di un “Tavolo tecnico” che, riprendendo l’esperienza maturata nel “Laboratorio lsonzo”, consenta di programmare nuovi interventi per una buona gestione transfrontaliera del corso d’acqua.

Ai lavori ha partecipato anche ARPA, con la relazione del dott. Luigi Del Zotto del Dipartimento ARPA di Gorizia, che ha presentato le attività dell’Agenzia per l’ambiente ai fini della valutazione della qualità delle acque superficiali.

In adesione al Piano di Tutela delle Acque della Regione FVG, ARPA ha già effettuato il monitoraggio dei 6 “corpi idrici” in cui è suddiviso il fiume Isonzo.

Su tutti questi corpi idrici ARPA ha valutato un “Indice di qualità ecologica”, che rappresenta la capacità del corpo idrico di supportare comunità animali e vegetali ben strutturate e bilanciate, che possano a loro volta assicurare i processi autodepurativi delle acque.

Sull’Isonzo l’indice di qualità è in genere buono, ma in alcuni tratti sussistono delle criticità dovute soprattutto alla variazione di portata del fiume in seguito al rilascio intermittente delle acque della diga di Salcano.