sei in: home page » archivio news » Sicurezza del lavoro: collaborazione Arpa e Arma dei Carabinieri Stampa

Sicurezza del lavoro: collaborazione Arpa e Arma dei Carabinieri

25/09/2017

Inizierà martedì 26 settembre nella sede Arpa di Palmanova il primo ciclo del corso di formazione sulla sicurezza nei luoghi di lavoro rivolto ad ufficiali dell’Arma dei Carabinieri e a dirigenti dell’Arpa.

Il ciclo, che prevede 16 ore complessive di formazione articolate in 4 giornate, consentirà ai dirigenti di migliorare la conoscenza del proprio ruolo e di acquisire tutti gli strumenti cognitivi e operativi necessari per l’assolvimento delle proprie funzioni in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro.

Nelle quattro giornate di formazione obbligatoria verranno approfonditi tutti gli aspetti della sicurezza previsti dal decreto legislativo 81/08, dagli aspetti giuridici all’organizzazione e gestione della sicurezza, dall’individuazione e valutazione del rischio alla sorveglianza sanitaria. Verranno trattati anche gli aspetti relativi alle tecniche di comunicazione, formazione e consultazione dei lavoratori.

La particolarità del corso risiede nel fatto che i docenti sono costituiti da personale interno dotato di qualifica di formatore in materia di sicurezza sul lavoro, coadiuvati da collaboratori esperti delle singole discipline trattate, come, ad esempio, quelli operanti presso il Comando Carabinieri nel campo della medicina del lavoro (dott. Pierluigi Esposito) o psicologico (dott. Luca Brambullo).

Con questa metodologia le due Amministrazioni puntano ad ottenere due importanti risultati: garantire ai dipendenti una qualificata formazione in una materia di primaria importanza; valorizzare ed ottimizzare le rispettive risorse professionali interne, contribuendo in tal modo anche al contenimento della spesa pubblica.

Un secondo ciclo di formazione è già programmato presso la sede del Comando Legione Carabinieri di Udine a partire dal 10 ottobre e si svolgerà con le stesse modalità della prima edizione. Ad ogni ciclo è prevista la partecipazione di circa 30 dirigenti, equamente distribuiti tra Arpa e Carabinieri.