sei in: home page » archivio news Stampa

Un sistema informativo per ottimizzare gli autocontrolli

18/11/2014

E’ stato presentato oggi nella sede dell’Agenzia Regionale per l’Ambiente (ARPA) il nuovo software per effettuare gli autocontrolli nelle aziende produttive che hanno obbligo di ottenere l’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA). All’incontro ha partecipato anche l’Assessore all’Ambiente ed Energia, Sara Vito, che nel saluto introduttivo ha sottolineato l'importanza di creare utili sinergie tra pubblico e impresa, anche attraverso lo sviluppo dei sistemi informativi che aiutino la parte pubblica e l’imprenditore privato a “parlare la stessa lingua”, in un’ottica di collaborazione e di semplificazione degli adempimenti richiesti dalle normative vigenti.

L’autorizzazione AIA – rilasciata dalla Direzione regionale Ambiente ed Energia, Servizio tutela inquinamento – è il provvedimento che autorizza l'esercizio di un impianto industriale, imponendo misure tali da evitare, oppure ridurre, le emissioni di inquinanti nell’aria, nell’acqua e nel suolo. In Friuli Venezia Giulia sono più di 200 le aziende che necessitano di autorizzazione AIA; le loro attività produttive sono molto varie: da quelle energetiche alla gestione dei rifiuti, dalla produzione di carta agli allevamenti zootecnici.

I decreti AIA, oltre ad autorizzare l’esercizio di un impianto, prescrivono dettagliati piani di monitoraggio e controllo a carico delle aziende (autocontrolli). Gli esiti dei controlli devono essere trasmessi, entro il 30 aprile di ogni anno, alle Autorità competenti e ad ARPA, ente chiamato a verificarne la rispondenza alle prescrizioni stabilite.

Attualmente la trasmissione dei dati avviene esclusivamente in forma cartacea. Ciò è poco efficace poiché non sono definiti degli standard sulla documentazione da presentare; inoltre, i dati forniti ad ARPA FVG sono spesso poco omogenei, non comparabili e di difficile lettura ed elaborazione.

Da qui la proposta avanzata da ARPA FVG e condivisa con l’Assessore e la Direzione Ambiente di realizzare un DataBase con cui ogni azienda, tramite delle specifiche maschere a video, possa inserire ed archiviare i dati degli autocontrolli già effettuati, verificandone la rispondenza ai limiti di legge. Il software è stato realizzato dal personale interno di ARPA, senza costi aggiuntivi per la pubblica amministrazione, ed è già operativo; verrà testato nel corso del 2015 su un campione rappresentativo di Aziende sottoposte ad AIA, con la prospettiva di estenderlo a tutte le altre aziende nel 2016.

L’utilizzo del software sull’autocontrollo consentirà un vantaggio sia per l’ente pubblico, sia per le aziende. Le aziende, infatti, potranno disporre di uno strumento web-based, che nel tempo andrà a ridurre l’obbligo di presentazione di documentazione cartacea, ma che consentirà anche un continuo monitoraggio degli obblighi di autocontrollo a cui l’azienda stessa è tenuta. Per l’ente pubblico il software consentirà di acquisire con costanza i dati man mano che verranno prodotti, migliorando quindi i controlli, ma anche di adattare le prescrizioni ad ogni specifica realtà produttiva, evitando così di raccogliere dati inutili o non più necessari.