sei in: home page » archivio news » Verso uno sviluppo sostenibile dei centri urbani: le Green City Stampa

Verso uno sviluppo sostenibile dei centri urbani: le Green City

20/05/2020
Videoconferenza Green Cities

E’ stato presentato martedì 19 maggio in videoconferenza il documento “La strategia regionale per le Green Cities” realizzato dal Green City Network della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, con la collaborazione della Direzione regionale difesa dell’ambiente del Friuli Venezia Giulia e di Arpa.

Un documento importante e innovativo che fa del Friuli Venezia Giulia la prima regione italiana a dotarsi di una strategia per uno sviluppo “green” in ambito urbano e che avrebbe dovuto esser presentato il 24 febbraio, il giorno successivo all’ordinanza di sospensione degli eventi pubblici dovuta all’emergenza epidemiologica Coronavirus.

Per l’Assessore regionale all’ambiente, Fabio Scoccimarro, “la sfida che l’emergenza sanitaria ha posto ai nostri territori dovrà essere affrontata in termini di sviluppo sostenibile, poiché dobbiamo assicurare il soddisfacimento dei bisogni per le generazioni attuali senza compromettere la possibilità delle generazioni future”.

Il documento sulle Green City - frutto di una collaborazione avviata nel 2018 e proseguita nel 2019 con la Fondazione per lo sviluppo sostenibile – è stato realizzato coinvolgendo le amministrazioni locali del Friuli Venezia Giulia in un processo partecipativo incentrato sullo sviluppo sostenibile urbano. I principali risultati dello studio sono stati illustrati nel corso della videoconferenza dal presidente della Fondazione, Edo Ronchi, che ha individuato le tre sfide ambientali cruciali per il futuro del nostro Pianeta: la qualità ambientale in ambito urbano, l’utilizzo delle risorse in modo efficiente e circolare; il cambiamento climatico.

Il documento conclusivo disegna con precisione il quadro delle azioni già avviate e le criticità emerse nei comuni del Friuli Venezia Giulia ed esamina tutte le azioni da attivare per promuovere l’applicazione dell’approccio delle "green cities" allo sviluppo sostenibile. Si tratta di obiettivi per rendere più sostenibili le città, migliorare la qualità ecologica, il benessere dei cittadini, l’inclusione sociale, promuovere sviluppo locale e nuova occupazione.

In questo quadro, significative sono le azioni già avviate da Arpa e Regione. L’impegno dell’Agenzia per l’ambiente è stato presentato dal direttore Stellio Vatta. In primis, Arpa coordina il gruppo di lavoro regionale per lo sviluppo sostenibile. Inoltre, supporta la Regione con le sue strutture dedicate, in particolare il Laboratorio regionale di educazione allo sviluppo sostenibile (Larea) e l’Osservatorio meteo regionale, per quanto riguarda i cambiamenti climatici. Nell’ambito della sostenibilità, Arpa svolge anche un importante ruolo di “stimolo” nei confronti delle altre amministrazioni territoriali; a tale proposito, Vatta ha ricordato come tutte le attività dell’Agenzia siano declinate a partire dai 17 obiettivi dell’Agenda 2030 e come molti processi produttivi abbiano già ottenendo la certificazione ambientale di qualità. Infine, Arpa ha iniziato a “mappare” gli impatti delle proprie attività, in modo d’avviare un circolo virtuoso che in prospettiva consenta una riduzione delle pressioni sull’ambiente.

Tra le altre iniziative regionali volte a definire le linee di indirizzo per uno sviluppo sostenibile, merita ricordare anche la consultazione pubblica avviata dalla Regione il 15 gennaio scorso tramite la compilazione di un questionario “in linea” e un ciclo di incontri sul territorio. La conclusione della fase di consultazione è prevista per l’autunno di quest’anno, mentre la presentazione del documento finale con le linee di indirizzo regionali è programmata per la primavera del 2021.