sei in: home page » archivio news » Progetti “green” per i fiumi Isonzo e Vipacco Stampa

Progetti “green” per i fiumi Isonzo e Vipacco

05/12/2018
logo progetto Grevislin

Con il meeting di apertura che si è tenuto nei giorni scorsi a Vila Vipolže-Dobrovo (Slo) è iniziata la fase operativa del progetto transfrontaliero Italia-Slovenia denominato Grevislin (GREen Vipava/Vipacco, Isonzo/Soča and Livenza INfrastructure).

Il progetto Grevislin, che rientra nel programma di cooperazione Interreg 5A Ita-Slo 2014-20, si pone l’obiettivo di sviluppare infrastrutture verdi per migliorare e conservare gli habitat lungo i fiumi Isonzo, Vipacco e Livenza. La conclusione è prevista per la fine del 2021.

La Regione Friuli Venezia Giulia è partner del progetto attraverso la direzione centrale Ambiente ed energia - servizio gestione risorse idriche. Altri partner regionali sono il Consorzio di Bonifica della Pianura Isontina e il Comune di Staranzano. L’Agenzia per la protezione dell’ambiente del Friuli Venezia Giulia coordina un sottoprogetto che prevede lo sviluppo di un sistema di monitoraggio ecologico e naturale dei bacini transnazionali dell’Isonzo e del Vipacco.

A tale proposito Arpa effettuerà un campionamento congiunto con l’omologa Agenzia per l’ambiente della Slovenia (Arso) per valutare lo stato ecologico e chimico di alcune stazioni poste lungo i fiumi Isonzo e Vipacco. Sarà così possibile fornire indicazioni per una migliore gestione “green” dei bacini fluviali transfrontalieri.

Tra gli investimenti infrastrutturali previsti nel progetto Graveslin è da segnalare l’intervento del Consorzio di bonifica pianura isontina che realizzerà una scala di risalita per pesci sul fiume Isonzo alla traversa di Sagrado e una stazione di monitoraggio in continuo delle portate fluviali.