sei in: home page » archivio news Stampa

L’estate sta finendo: dopo un agosto caldissimo, arrivano piogge intense, temporali e un brusco calo delle temperature

01/09/2017

Con il 31 agosto si chiude l’estate meteorologica (che, ricordiamo, va dal 1 giugno al 31 agosto). L'estate 2017 è stata tra le più calde di sempre in Friuli Venezia Giulia: si può collocare tra il 3° e il 5° posto in base alla zona della regione.

L'estate record del 2003 rimane saldamente in testa con una temperatura media in pianura superiore di 4 °C alla norma; seguono poi un gruppo di 4 estati, molto vicine tra loro tutte comprese negli ultimi 6 anni (2012-2017) di cui la più calda e quella del 2015 con 2,5 °C oltre la norma, mentre nel 2012, 2013 e 2017 si sono registrati valori tra 1,5 e 2°C oltre la norma.

In particolare, nell’estate 2017, in pianura lo scostamento dalla temperatura media degli anni 1960-2015 è di +1,7°C. Per ciò che riguarda i singoli mesi, si constata che giugno e agosto sono stati più caldi di circa 2°C e luglio di 1°C rispetto alla media climatica.

Sul Carso si sono battuti i record storici di temperatura massima assoluta con 39 °C.

In pianura sono state superate le 50 giornate con temperatura massima oltre i 30 °C; nel XX secolo a Udine non si superavano in genere i 30 giorni, mentre dal XXI secolo la media viaggia oltre i 40 giorni.

Dal 2000 in poi solo l'estate 2014 ha avuto una temperatura media inferiore ai 22 °C (21,7°C), che erano la norma nel periodo di riferimento 1960-1990. Si conferma quindi il deciso aumento di temperatura registrato negli ultimi 20 anni in regione rispetto al XX secolo e si evidenzia come l'estate sia la stagione più emblematicamente soggetta al riscaldamento, con ormai 1,5 °C in più rispetto alle medie di 50 anni fa.

Per quanto riguarda le piogge estive del 2017 si registra in genere un deficit del 25-30 % con scostamenti anche maggiori verso bassa pianura e costa. Sui monti e sulle colline orientali tale gap è inferiore e in genere il deficit si limita al 10-20 % salvo valori più rilevanti sulla Carnia a ridosso del Cadore (alta Val Tagliamento). Anche per quanto riguarda i giorni con pioggia si registra un deficit medio del 30 % circa .A Trieste, ad esempio, ci sono stati 13 giorni piovosi rispetto ad una media di 18 e 133 mm di pioggia rispetto a una media intorno ai 200 mm.

Con l'ultimo giorno di agosto e con la conclusione dell'estate meteorologica siamo però arrivati a una svolta: infatti per venerdì 1 e sabato 2 sono attese piogge localmente intense, accompagnate da temporali anche forti e le temperature scenderanno in maniera significativa portandosi per alcuni giorni a valori decisamente meno estivi.