sei in: home page » archivio news » Incendio Roncadin, esclusi danni all'ambiente Stampa

Incendio Roncadin, esclusi danni all'ambiente

22/09/2017

Una squadra di tecnici dell’ARPA - Dipartimento di Pordenone è intervenuta questa mattina a Meduno presso lo stabilimento della Roncadin dove, poco prima delle 6, si è sviluppato un incendio di ampie dimensioni.

I tecnici di Arpa hanno effettuato un campionamento di aria per verificare la presenza di inquinanti dispersi, oltre a dare indicazioni per una corretta gestione delle acque di spegnimento. Nei primi accertamenti effettuati non è stata rilevata la presenza di coperture in cemento-amianto.

L’Agenzia per l’ambiente ha inoltre effettuato delle simulazioni in tempo reale con dei modelli matematici per la determinazione dell’area interessata alle ricadute dei fumi dell’incendio.

L’incendio è avvenuto in una giornata di assenza di vento significativo; inoltre è avvenuto in un momento di transizione tra giorno e notte quando viene a determinarsi una particolare condizione di stratificazione termica. In queste condizioni meteorologiche i fumi dell’incendio rimangono confinati in una fascia prossima al suolo, disperdendosi lentamente nel corso della giornata. Tale fenomeno è ben visibile nell’animazione allegata, in cui è rappresentata la concentrazione dei fumi in prossimità del suolo ad intervalli di mezz’ora.

Arpa ritiene che siano da escludere danni ambientali, visto anche il pronto intervento delle squadre dei Vigili del Fuoco, che hanno consentito di controllare l’incendio nell’arco di poche ore.

A titolo precauzionale, Arpa effettuerà comunque nei prossimi giorni ulteriori campionamenti di aria nelle zone in cui è sta valutata una maggior ricaduta di fumi. 

 

> ARPA-Centro regionale di modellistica ambientale. Incendio Roncadin: simulazione della dispersione dei fumi