sei in: home page » archivio news » Anche Arpa FVG a Mare Nordest 2019 "Il Mare ti ascolta, il Mare ti parla" Stampa

Anche Arpa FVG a Mare Nordest 2019 "Il Mare ti ascolta, il Mare ti parla"

15/05/2019
Mare Nordest 2019

Il 17, 18, 19 maggio, Trieste, nel nuovo Villaggio Mare Nordest, tra il Molo Audace e Piazza Unità d’Italia, ospiterà Mare Nordest 2019, manifestazione diventata negli anni un vero e proprio punto di riferimento circa le attività per il mare dell'intero Nord Est Adriatico.

Il Mare ti ascolta, il Mare ti parla è il titolo di questa nuova edizione, giunta all'8° anno. L'Evento è coorganizzato dal Comune di Trieste e numerosi saranno i soggetti partecipanti.

Anche Arpa FVG sarà presente alla tre giorni in qualità di partner dell'evento.

In particolare, venerdì 17 maggio, a partire dalle 10.15, si potranno seguire due interventi del personale tecnico dell'Agenzia:

  • Biologia degli affioramenti rocciosi del Golfo di Trieste a cura della dott.ssa Lisa Faresi e del dott. Nicola Bettoso;
  • Paesaggi sonori nel Golfo di Trieste a cura del dott. Antonio Codarin.

Inoltre, presso lo stand dedicato, si potrà vedere gran parte della strumentazione oceanografica utilizzata regolarmente dai tecnici di Arpa FVG, come la sonda multiparametrica, che acquisisce valori di profondità, temperatura, salinità, ossigeno disciolto, pH, clorofilla a e torbidità; la bottiglia Niskin, un particolare tipo di bottiglia per il campionamento dell’acqua sia in profondità che negli strati sub-superifciali; le reti per la raccolta degli organismi planctonici (fito e mesozooplancton); la Manta, una rete particolare che si rifà alla forma del pesce di cui porta il nome, usata per la raccolta delle microplastiche; la benna per il prelievo del sedimento del fondale marino; la telecamera subacquea utilizzata per osservare la presenza di organismi (meduse e ctenofori) e aggregati gelatinosi  nella colonna d’acqua, oppure per visionare il fondo marino.

Verrà, inoltre, presentato un video sulle attività di monitoraggio che vengono effettuate nel Golfo di Trieste e nella Laguna di Marano e Grado nell’ambito di progetti e programmi istituzionali. Sarà così possibile immergersi nelle barriere coralligene subacquee presenti nel golfo (Trezze) e ascoltare alcuni paesaggi  sonori  naturali o antropizzati, determinati  cioè da pressioni umane (navi, pescherecci, brillamento mine, prospezioni sismiche marine, ecc.).