sei in: home page » archivio news » È online il report meteo.fvg dedicato al 2018: un anno decisamente caldo Stampa

È online il report meteo.fvg dedicato al 2018: un anno decisamente caldo

05/04/2019
grafico dell’anomalia termica mensile 2018 a Udine rispetto al periodo 1917-2017

È disponibile online l’analisi climatica del 2018 in Friuli Venezia Giulia a cura di ARPA FVG – OSMER: Report Meteo.FVG – riepilogo 2018

Dopo il 2014, il 2018 in regione è stato probabilmente l’anno più caldo da quando si effettuano misurazioni termiche dell’aria. Le temperature medie mensili sono risultate quasi sempre più alte rispetto ai valori degli ultimi 10 anni Anche la temperatura media del mare è risultata molto alta, eguagliando il record del 2014.

L'anomalia di temperatura, che ha caratterizzato la nostra regione nel 2018, è risultata in linea con quanto verificatosi nella maggior parte dell'Europa.

Più articolata l’analisi della pluviometria: sulla pianura e sulle zone montane più interne la frequenza delle giornate con precipitazioni si è attestata sui valori medi climatici, mentre nelle zone prealpine è piovuto più spesso. Le precipitazioni totali dell’anno sono risultate nella norma o più basse. Eccezioni significative sono la zona montana e prealpina carnica che sono state interessate maggiormente dai fenomeni di maltempo di fine ottobre. A tale evento sono collegati anche i più forti episodi di vento dell’anno, con l’eccezione consueta della Bora nel capoluogo regionale.

Questi sono in sintesi alcuni dei punti salienti del Report Meteo.FVG dedicato al riepilogo meteo-climatico dell’anno 2018, che ne passa in rassegna diversi aspetti:

  • La temperatura: annuale, mensile e relative anomalie; il giorno più freddo e il giorno più caldo; numero di giorni di gelo; numero di giorni di caldo e afa; temperatura del mare a Trieste e anomalia; andamento dello zero termico
  • Le precipitazioni: annuali, mensili e relative anomalie; numero di giorni di pioggia e confronto con la media
  • La neve: analisi delle nevicate nel periodo dicembre 2017 –aprile 2018
  • La radiazione globale
  • Lo stato del cielo
  • Il vento