sei in: home page » focus ambientali » Focus Campi elettromagnetici e 5G » Cosa fa Arpa: monitoraggi e pareri Stampa

Cosa fa Arpa: monitoraggi e pareri

Punti di misura

Quando un gestore vuole installare o modificare un’antenna radio-base deve presentare una domanda al Comune, allegando il parere preventivo dell'Arpa, che si esprime sulla compatibilità del progetto con i limiti previsti dalla normativa per la protezione della popolazione dalle esposizioni ai campi elettromagnetici.

Le valutazioni Arpa considerano l’impatto massimo sia dell’impianto in progetto che degli impianti già presenti sul territorio, verificando il rispetto dei limiti di legge in tutti i punti accessibili dalla popolazione.

Tale valutazione, in regione, viene effettuata con delle modalità ben codificate e particolarmente stringenti che vengono meglio descritte nella pagina del sito ad esse dedicata.

Questa analisi pre-installazione delle antenne è particolarmente importante perché incide direttamente sulla progettazione dell’impianto che pertanto deve essere pensato fin dall’inizio tenendo conto dell’impatto elettromagnetico che produce sul territorio circostante. Inoltre, essendo una valutazione teorica, è effettuata in modo particolarmente cautelativo.

L'Arpa effettua anche misure “di fondo” del campo elettromagnetico, prima dell’installazione degli impianti, compresi i 5G, e misure post-operam a seguito della comunicazione dell’attivazione dell’impianto. Queste misure registrano i livelli di campo elettromagnetico realmente presenti sul territorio.

Le misure sono visibili sul sito dell’Agenzia in questa sezione, mentre ulteriori informazioni si possono trovare alla pagina "Misure strumentali".

Inoltre, successivamente all’installazione di un impianto radiobase, il campo elettromagnetico viene verificato periodicamente da Arpa. Se dovessero emergere dei superamenti dei limiti, si procede ad un risanamento così come previsto dall’attuale normativa.

 


ultimo aggiornamento: martedì 23 giugno 2020