sei in: home page » Focus Ferriera » news » Il Benzopirene a Servola scende ulteriormente Stampa

Il Benzopirene a Servola scende ulteriormente

01/02/2017

Il valore della media annuale del Benzo(a)pirene della stazione di rilevamento di San Lorenzo in Selva (RFI) è stato nel 2016 pari a 0,91 ng/m3 (nanogrammi al metrocubo), ovvero inferiore al limite di legge di 1 ng/m3. Nel 2016 è stata registrata dunque una riduzione dell’inquinante, che sembra dimostrare l’efficacia degli adeguamenti impiantistici introdotti nello stabilimento siderurgico di Servola – Trieste, qualora accompagnati da corrette modalità di gestione.

A riprova di ciò è sufficiente analizzare l’andamento del B(a)P negli ultimi anni (v. grafico). Nel 2010 infatti, con l’impianto siderurgico a pieno regime, la media annua in RFI era pari a circa 7 ng/m3. Negli anni successivi il valore è sceso con la riduzione dell’attività produttiva, fino a un minimo nel 2014, sebbene quest’ultimo dato non sia confrontabile con le altre annualità, poiché l’impianto siderurgico di Servola era in fermo tecnico.

Nel 2015, con l’avvio dei lavori di adeguamento previsti dall’AIA, il B(a)P era pari a 1,25 ng/m3. Con il completamento dei lavori di adeguamento, avvenuto nel corso dello scorso anno, il B(a)P è ulteriormente sceso fino al valore di 0,91 ng/m3, inferiore al limite di legge e confrontabile, tra l’altro, con quanto viene registrato in alcune aree urbane non industriali anche della nostra Regione (ad esempio, Udine).

Gli adeguamenti impiantistici introdotti e le corrette modalità di gestione dell’impianto hanno consentito dunque di rispettare sia gli indicatori previsti dall’AIA, sia il limite di legge per il B(a)P.

Gli indicatori inseriti dall’Aia, testati per tutto il 2016, consentono, inoltre, d’effettuare un controllo giornaliero dell’andamento del B(a)P, obbligando il gestore dell’impianto siderurgico a ridurre immediatamente la produzione, qualora venisse superato il limite di 1 ng/m3 su base tendenziale annua.